Elezioni europee 2019, ecco chi è il primo candidato irpino del Movimento 5 Stelle

Le prossime elezioni del Parlamento europeo si terranno in tutti gli Stati membri dell’Unione europea fra il 23 e il 26 maggio 2019, con calendario variabile a seconda dei Paesi. In Italia si voterà domenica 26 maggio.

L’Italia eleggerà 76 eurodeputati nelle cinque circoscrizioni: Italia nord-occidentale (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia); Italia nord-orientale (Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna); Italia centrale (Toscana, Umbria, Marche, Lazio); Italia meridionale (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria); Italia insulare (Sicilia, Sardegna).

Ad annunciare la sua candidatura alle elezioni europee è stato il diretto interessato, questa volta.

Inutile aspettare comunicati ufficiali, responso del web, indicazioni di partiti e movimenti.

Ferrante Di Somma ha affidato alla sua pagina facebook l’annuncio solenne, scrivendo:

“Cari amici,

Ho il piacere di annunciarvi che mi sono appena candidato alle elezioni europee con il movimento 5 stelle.

Dieci anni fa, tornai in Italia dopo aver passato la mia vita fra Francia (25 anni), Gran Bretagna (10 anni) e Russia (5 anni). Tornai per ricostruire un azienda vitivinicola di famiglia, plurisecolare, lasciata all’abbandono e sull’orlo del collasso.

Posso dire con orgoglio di essere riuscito a salvare i posti di lavoro delle persone che ci lavorano. Posso ora dedicarmi a un compito giù grande, lo sviluppo della mia terra..

Chiedo la fiducia degli iscritti del movimento dandomi il loro voto sulla piattaforma Rousseau per passare questo primo turno.

3

Chiedo l’aiuto di tutti i miei amici, 5 stelle e non, di condividere questo post.

Sono a vostra disposizione per qualsiasi domanda”.

E, a proposito di post, sono tantissimi gli interventi sulla pagina facebook dell’irpino candidato alle europpee.

Come sempre, commenti a sproposito e favorevoli, nel solco di una tradizione secondo cui attraverso i social si può dire di tutto.

Del noto imprenditore irpino, si era molto parlato quattro anni fa, quando ha sposato Paola Leone, facendo favoleggiare per quello che fu definito il “matrimonio del secolo”.

Dopo aver vissuto per 50 anni nel segno del divertimento, Ferrante Di Somma, marchese di Circello, titolare dell’Azienda Vinicola Di Marzo non più giovanissimo rampollo dell’ importante famiglia irpina, decise di sposare la sua compagna Paola Leone.

Matrimonio religioso a Napoli, presso la chiesa di S. Giovanni a Carbonara, dove si trova la cappella gentilizia della famiglia.

Il ricevimento ovviamente ad Avellino, a Villa di Marzo con invitati del cosiddeto bel mondo, gente con titoli nobiliari e della grande imprenditoria nazionale e internazionale.

Saranno loro a sostenere, adesso Ferrante Di Somma quale candidato alle europee, primo irpino del Movimento Cinque Stelle ad annunciare di volere un posto nel Parlamento europeo.

 

Ultimi Articoli

Top News

Veronafiere Restart, evento in presenza per prima iniziativa 100% online

26 Settembre 2020 0
VERONA (ITALPRESS) – Un’iniziativa in presenza per lanciare il primo evento 100% online organizzato da Veronafiere. E’ quella che la Spa di viale del Lavoro promuove attraverso Veronafiere ReStart, mercoledì 30 settembre (inizio ore 10.30), nell’Auditorium Verdi (PalaExpo) con l’architetto e urbanista Stefano Boeri che terrà una lectio magistralis sul tema “Natura e architettura: nuove […]

[…]

Top News

Maltempo, oltre mille interventi dei vigili del fuoco in tutta Italia

26 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Sono più di 1.000 gli interventi di soccorso effettuati dai vigili del fuoco per il maltempo che da ieri sta interessando il Nord Italia e il versante tirrenico della penisola. Particolarmente coinvolte Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Lazio e Campania. In Lombardia, nelle province di Varese e Como proseguono gli interventi per alberi […]

[…]

Top News

M5S, Fico “La crisi era inevitabile, ora serve una guida condivisa”

26 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – “Noi abbiamo creato qualcosa di diverso, ma è chiaro che quando eravamo nati eravamo contro il potere e ora al potere ci siamo noi. Dobbiamo risolvere questa contraddizione, la crisi era inevitabile con la nostra entrata al governo”. A dirlo il presidente della Camera, Roberto Fico, in un’intervista al “Fatto Quotidiano” a […]

[…]