Covid-19, De Luca avverte: “Dal 4 maggio, chi arriva da fuori segnalato alle Asl”

Personnel checked for passengers arriving on the Intercity Night train from Milan to Messina during the emergency lockdown due to the Covid-19 Coronavirus outbreak in Messina, Sicily island, southern Italy, 14 March 2020. Italy is under lockdown in an attempt to prevent the spread of the pandemic Coronavirus. ANSA/CARMELO IMBESI

Il Presidente della Regione fa sapere che non ci sarà un esodo incontrollato da altre regioni, con soggetti in viaggio verso la Campania.

«Con la Fase 2 si metteranno in movimento circa 3 milioni di persone sull’intero territorio nazionale, molte delle quali utilizzeranno mezzi pubblici, circa il 10% secondo i flussi stimati», ha anticipato la ministra dei lavori pubblici, Paola De Micheli.

Tutto esaurito

E’ noto che sono praticamente esauriti i posti sui treni e su quei pochi voli diretti verso la Campania, con migliaia di persone che aspettano il 4 maggio per mettersi in viaggio.

Non c’è più posto sui voli Easyjet da Milano a Napoli fino a tutto il 18 maggio e, per i giorni successivi, i prezzi sono da capogiro (in media 122,00 euro rispetto ai 40-45 euro dei mesi passati).

Prezzi altissimi (mai sotto 92,00 euro) anche per i pochi posti rimasti sui treni.

Ciò significa che sarà rilevante il numero delle persone in viaggio verso il sud.

In Campania ci sarà massima attenzione: chiunque arrivi da altre regioni, andrà praticamente in quarantena.

I nominativi risultanti dalle autocertificazioni saranno trasmessi alle Asl e inseriti in una banca data delle forze dell’ordine per gli successivi controlli dei soggetti fermati sul territorio.

Verifiche e controlli serrati alle stazioni ferroviarie, presso le aree di sosta e ai caselli autostradali, lungo le strade statali e provinciali: le forze dell’ordine procederanno alla identificazione delle persone con la immediata segnalazione dei dati alle Asl di competenza.

Vincenzo De Luca, a tal proposito, ha dichiarato:

“Ho avuto oggi un colloquio con il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese in relazione al previsto esodo verso la Campania del 4 maggio e giorni successivi.

3

Ho espresso fortissima preoccupazione rispetto al fatto che arrivi di massa e controllati possono determinare espansione del contagio e vanificare i sacrifici fatti per due mesi dai nostri concittadini.

Ho chiesto al Ministro che il Governo nazionale ribadisca che gli arrivi da altre regioni dovranno essere motivati da ragioni di lavoro o sanitarie e comunque autocertificati.

Per quello che riguarda la Campania rimarrà fermo l’obbligo oggi vigente per chiunque venga da fuori regione, di segnalare all’Asl di competenza il proprio arrivo, così da poter procedere a controlli nel 15 giorni successivi.

Invito fin d’ora i sindaci a segnalare alle Asl e alla Regione gli arrivi nell’ambito dei propri territori.

È questa una funzione essenziale per consentire di tenere la situazione epidemiologica sotto controllo.

Confermo che saranno mantenuti i controlli preventivi nelle stazioni ferroviarie e ho sollecitato il Ministro a esercitare analoghi controlli ai caselli autostradali e nelle stazioni di partenza”.

Ultimi Articoli