Canoni stadio: la Corte dei Conti verificherà “coperture” e inadepienze

Ci risiamo: il Comune si sveglia dal torpore e fa sapere che l’Avellino calcio è debitore per il mancato pagamento dei canoni per l’uso dello stadio Partenio dal 2009; la società calcistica ribatte sostenendo di non avere ricevuto il pagamento dei costi sostenuti per gli interventi di manutenzione straordinaria.

Si va avanti così dal 2009, un po’ per negligenza degli amministratori e un pò perché, quando c’è di mezzo il calcio, si teme di perdere simpatie dei potenziali elettori.

Inutile cercare di capire chi abbia ragione e chi torno perché si rischia di arrivare alla conclusione che hanno tutti torto e tutti ragione. Dipende dal punto di vista scelto per osservare una vicenda presto chiarita da un intervento superiore.

Sarà la Corte dei Conti a verificare una situazione assurda, fare emergere eventuali “coperture” se non addirittura negligenza  di amministratori e, in questo caso, pagheranno di tasca propria.

Con il Comune di Avellino che cerca di fare quadrare il bilancio rastrellando soldi, appioppando  multe in quantità industriale agli esasperati automobilisti, c’è da chiedersi perchè mai ci sia stata tanta distrazione (nel senso di scarsa attenzione, sia chiaro, e non altro) per i soldi che il Comune stesso avrebbe dovuto incassare dalla società di calcio?

Ben venga l’intervento della Corte dei Conti che è la magistratura contabile, parente stretta della magistratura ordinaria che pure potrebbe intervenire in questa vicenda.

Sono trascorsi otto anni e ancora non si riesce a stilare i conti, possibile?

Ci sono state due amministrazioni diverse, sono cambiati sindaci, assessori e consiglieri comunali ma nulla è cambiato. C’è qualcosa che non quadra e non convince.

Nessuno sa cosa fare? Lo facciano gli esperti, i magistrati contabili, e dicano una volta per tutte chi e quanto deve pagare: la società di calcio per quanto effettivamente dovuto oppure gli amministratori per quanto avrebbero potuto imporre di pagare, senza farlo in concreto. Che qualcuno paghi per davvero e si metta fine a questa stucchevole questione, evitando agli organi di informazione di perdere tempo registrando la fuga di notizie dal Comune e altrettanto tempo per leggere e pubblicare i comunicati di precisazione della società di calcio.

 

Ultimi Articoli

Top News

Venezia, Leone d’oro carriera a Benigni “Mattarella rimanga presidente”

1 Settembre 2021 0
VENEZIA (ITALPRESS) – “Presidente Mattarella, rimanga ancora con noi, deve rimanere qualche anno in più”. Lo ha detto Roberto Benigni che ha ritirato il Leone d’oro alla Carriera alla mostra del Cinema di Venezia. “Un pensiero alla mia attrice prediletta, Nicoletta Braschi – ha aggiunto – alla quale non posso nemmeno dedicare questo premio perchè […]

[…]

Top News

Lega vota contro obbligo Green Pass, Letta “Così fuori da maggioranza”

1 Settembre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Botta e risposta tra la Lega e il segretario del Pd Enrico Letta dopo che il Carroccio ha votato contro l’obbligo della certificazione obbligatoria in commissione Affari sociali della Camera. “Stigmatizzo la scelta della Lega – afferma Letta alla festa dell’Unità a Bologna – che con i voti in Commissione alla Camera […]

[…]

Cervinara

Cervinara, Suv investe un bimbo di 3 anni

1 Settembre 2021 0

Grave incidente stradale quest’oggi a Cervinara, dove un bimbo di 3 anni è stato investito da un Suv. Il sinistro si è consumato davanti agli occhi della madre. L’automobilista, una donna, si è immediatamente fermata […]

Attualità

Covid in Irpinia: 26 nuovi casi

1 Settembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 763 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 26 persone: – 3, residenti nel comune di Avella; – 6, residenti nel comune di Avellino; – 3, residenti nel comune di […]

TG News

Tg News – 1/9/2021

1 Settembre 2021 0

In questa edizione del telegiornale troverete Scatta l’obbligo di green pass per scuola, treni, aerei e navi Inail, in aumento gli incidenti sul lavoro nei primi mesi del 2021 Covid, cresce la saturazione delle terapie […]

Attualità in Irpinia

Avellino, la stazione che non teme i no vax

1 Settembre 2021 0

Se i no vax e i no green passo oggi volessero davvero sorprendere le forze dell’ordine impegnate a presidiare le principali stazioni ferroviarie della Campania, potrebbero provare a occupare lo scalo ferroviario di Avellino. La […]