Avellino, non solo l’aumento delle tariffe, ora anche i parcheggiatori abusivi

Per gli automobilisti di Avellino – residenti oppure che arrivano da altre località – è diventato un incubo utilizzare il proprio mezzo di locomozione.

Innanzitutto la limitazione della circolazione per le autovetture cosiddette inquinanti, quelle presenti nell’elenco dell’ordinanza emessa dal Comune di Avellino e che resterà in vigore fino al 31 marzo prossimo.

Poi c’è il ventilato aumento delle tariffe per il parcheggio nelle strisce blu, che dovrebbe essere aumentato a due euro ogni ora, oppure restare con l’attuale tariffa ma comprendere il pagamento pure per le ore dalle 13,00 alle 16,00, attualmente esenti da pagamento.

Oltre tutto questo, ci sono parcheggiatori abusivi dappertutto.

Questa mattina un giovane di colore si è improvvisato parcheggiatore abusivo nei pressi di Via Verdi, proprio dietro il centralissimo Corso Vittorio Emanuele. Qualche automobilista ha avvertito le forze dell’ordine, che sono immediatamente intervenute, ma nel frattempo si è scatenata una lite tra il parcheggiatore abusivo di colore e due suoi connazionali che stavano vendendo prodotti taroccati all’angolo della strada.

Secondo questi due, con l’imminente arrivo della Polizia, pure i loro affari sarebbero andati in frantumi.

Perciò se le sono date di santa ragione e quando sono intervenute ben tre volanti della Polizia, oltre al dirigente del servizio dottor Elio Iannuzzi, hanno trovato uno degli extracomunitari sanguinante, con il naso rotto.

Al di là del fatto dicronaca, resta il problema di una città dove la sorveglianza è praticamente nulla e nella quale quasi tutto viene tollerato.

Parcheggiatori abusivi ed extracomunitarichiedono elemosina in modo fastidioso, oppure vendono prodotti taroccati e pericolosi : possibile che nessuno li veda?

Il cittadino chiama pure Polizia e Carabiniersi, come invitano a fare le forze dell’ordine con i loro slogan, ma quando arrivano gli uominiin divisa, quelli che delinquono si sono ormai dileguati.

Qualche servizio in borghese, no?

3

E poi i furti in città: stanno aumentando in maniera esponenziale. Si sta tornando al passato, quando venivano sottratte le ruote alle autovetture. Un maggiore numero di poliziotti e carabinieri in giro, non sarebbe male.

Ma ci sono pure i vigili urbani a potere svolgere lo stesso compito: pure loro sono ufficiali di polizia giudiziaria e non devono fare solo le nulte per divieto di sosta,

 

Ultimi Articoli

Top News

Supercoppa europea al Bayern, Siviglia ko ai supplementari

24 Settembre 2020 0
BUDAPEST (UNGHERIA) (ITALPRESS) – Nella notte di Budapest la sfida tra le due regine d’Europa incorona la squadra più forte sulla carta e alla fine anche la più lucida e in condizione dopo 120′ di gioco. Il Bayern Monaco batte il Siviglia per 2-1 ai supplementari con le reti di Goretzka (34′) e Javi Martinez […]

[…]

Top News

Milan-Bodo/Glimt 3-2, rossoneri allo spareggio con il Rio Ave

24 Settembre 2020 0
MILANO (ITALPRESS) – Missione compiuta per il Milan a San Siro, seppur con alcune difficoltà. I ragazzi di Pioli battono per 3-2 i norvegesi del Bodo/Glimt grazie ai gol di Calhanoglu (doppietta) e del baby Colombo e centrano il pass per i playoff di Europa League, ultimo ostacolo sulla strada verso la fase a gironi, […]

[…]

Top News

Da Regioni linee guida per riaprire gli stadi al 25% della capienza

24 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Stadi e palazzi dello sport pronti a riaprire i cancelli al pubblico fino ad un massimo del 25% della capienza. La Conferenza delle Regioni ha elaborato le “Linee guida per la partecipazione del pubblico agli eventi ed alle competizioni sportive”, si aspetta l’ok dal governo, ma intanto la Regione Lazio si smarca.“Oggi […]

[…]

Top News

Coronavirus, 1.786 nuovi casi in 24 ore

24 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Ancora in aumento i casi di Coronavirus in Italia. Sono 1.786 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore, e 23 i decessi che portano il totale delle vittime a 35.781. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 108.019 tamponi, per un totale di 10.787.694 da inizio emergenza. E’ quanto si legge […]

[…]