Avellino anti-smog: ordinanza nulla, segnaletica sbagliata, salta la domenica ecologica?

L’ordinanza numero 556 del 21 novembre 2018 è nulla.

E vi spieghiamo pure il perchè, visto che nessuno si è premurato di sostituirla con una legittima.

Così come avvenuto per l’ordinanza del giorno precedente, la 531 del 20 novembre 2018.

Si, proprio quella che Irpiniaoggi – unico organo di informazione a sostenerlo –  aveva definito “sbagliata”: lo era per davvero. (LEGGI QUI)

Infatti è stata sostituita con l’ordinanza in vigore, che non può essere considerata corretta.

Possibile che nessuno si sia accorto di ciò? (LEGGI QUI)

Allora ve lo spieghiamo noi perchè l’ordinanza in corso è nulla:

ECCO PERCHE’

C’è un principio di base del diritto amministrativo secondo cui gli atti a doppia firma non sono validi.

L’ordinanza deve essere firmata dal Sindaco o dal Comandante dei Vigili Urbani. Non da entrambi.

Al massimo il Comandante dei Vigili Urbani può firmare quale responsabile del procedimento.

Se impugnata dinanzi al Tribunale Amministrativo Regionale, questa ordinanza viene sicuramente impugnata.

La co-firma annulla l’atto.

La Cassazione s’è pure espressa sulla posizione dell’autorità che sottoscrive l’ordinanza.

Uno solo deve firmare, ci deve essere la certezza di chi è l’autorità finale di chi firma l’atto, è un principio cardine del diritto amministrativo.

RICORSO

Gli effetti quali si possono avere?

Se qualcuno decide di fare ricorso al Tar, occorrerà attendere che i giudici amministrativi dispongano l’annullamento dell’ordinanza.

Chi viene multato può proporre – entro 30 giorni – certamente ricorso al Giudice di Pace, allegando copia dell’ordinanza (quella con le due firme) e fare riferimento a quanto sancito in tema di diritto amministrativo.

Per maggiore comodità è possibile scaricare il documento cliccando qui.ordinanza 556 del 21-11-2018

Si può produrre ricorso pure alla Prefettura di Avellino, in carta libera, entro 60 giorni dalla notifica del verbale di contestazione.

SEGNALETICA

Oltre questo, c’è un altro motivo per un eventuale ricorso: la segnaletica apposta sulle transenne non è corretta.

Si fa ancora oggi riferimento all’ordinanza del 20 novembre 2018. Sappiamo tutti che è stata rimpiazzata da quella del 21 novembre che non può essere considerata una integrazione.

Che confusione.

Per concludere, considerando la nullità dell’ordinanza del 21 novembre 2018,  ogni divieto di circolazione in essa indicato non è da considerarsi valido. Neppure per la domenica ecologica del 25 novembre 2018, dunque.

Siamo a disposizione per pubblicare eventuali chiarimenti o interventi in materia.

Che siano effettivamente tali.

Altrimenti si crea maggiore confusione in una situazione delirante.

 

 

Ultimi Articoli

Top News

Mattarella “Addolora la violenza che ostacola la ripresa”

18 Ottobre 2021 0
PISA (ITALPRESS) – “Sorprende e addolora che proprio oggi vediamo una ripresa, e non quando vi erano momenti con l’orizzonte oscuro, quando si temeva il crollo del Paese, proprio adesso esplodono fenomeni, iniziative e atti di violenza e di aggressiva contestazione. Quasi a volere ostacolare la ripresa che il Paese sta vivendo e che deve […]

[…]

Top News

McDonald’s con Ghali per raccontare come cambia il Big Mac

18 Ottobre 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – McDonald’s lancia il nuovo modo di preparare i panini, e con l’occasione annuncia una nuova collaborazione con Ghali, uno dei volti italiani testimoni dei valori dello stare insieme, dell’inclusione e della multiculturalità.Quella con Ghali si inserisce nella scia delle collaborazioni internazionali portate avanti da McDonald’s in altri Paesi con artisti come Travis […]

[…]

Top News

Dal Pino “Stato non ha a cuore calcio, daspo a vita ai razzisti”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – E’ una ferita aperta, anche se ancora in tempo per essere guarita. “E’ difficile comprendere come uno stato non abbia a cuore settore che ha versato oltre 14 miliardi di contribuzioni”. Paolo Dal Pino, presidente della Lega Serie A e vice-presidente vicario della Figc, non nasconde la delusione cocente per il decreto […]

[…]

Top News

Urne aperte per i ballottaggi alle 7, affluenza in calo

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Si e’ fermata al 33,34% l’affluenza nel primo giorno dei ballottaggi nei 65 Comuni chiamati al voto, secondo la rilevazione delle 23 di ieri del Viminale. I seggi hanno riaperto alle 7 e si votera’ fino alle ore 15. Subito dopo avverra’ lo spoglio delle schede. L’appuntamento elettorale coinvolge circa 5 milioni […]

[…]

Top News

Green Pass, Toti “Giusto manifestare, no bloccare chi vuole lavorare”

18 Ottobre 2021 0
GENOVA (ITALPRESS) – “Ho parlato con il Ministro dell’Interno, con il prefetto e il questore di Genova oggi. Il punto è che le proteste sono assolutamente legittime, ma la maggioranza del Paese si è espressa chiaramente a favore di un’Italia che riparte. E non sarebbe tollerabile allora che i porti diventassero la frontiera ostaggio di […]

[…]