Vaccini, in Irpinia liste d’attesa lunghissime

Scattata la corsa ai vaccini, in provincia di Avellino si allungano le liste d’attesa. Tre mesi per le prime vaccinazioni e in generale per quelle obbligatorie, sei mesi per la Varicella, 10-12 mesi, invece, per la Meningite di tipo B. E tutto questo nonostante la copertura vaccinale in Irpinia sia elevatissima, la più importante in Campania, con percentuali che in molti casi superano il 90%. Il potenziamento dei servizi annunciato dall’Asl non è ancora del tutto operativo e prevede il prolungato al pomeriggio degli orari di apertura dei centri vaccinali, così come l’impiego di personale amministrativo per il rilascio delle certificazioni che dovranno essere prodotto entro il 10 marzo dell’anno prossimo. Secondo le disposizioni vigenti i vaccini obbligatori per i nati dal 2001 al 2016 sono dieci (Anti poliomielite, anti Epatite B. antidifterite, antitetano, antipertosse, anti Haemophilus influenzae tipo b anti Morbillo, Parotite, Rosolia). Ai nati nel 2017 va ad aggiungersi anche l’anti Varicella. In attesa delle certificazioni Asl, è possibile produrre un’autocertificazione il cui modello è disponibile sul sito dell’Asl di Avellino. La documentazione va prodotto entro il 10 settembre per asili nido e scuola dell’infanzia. Entro il 31 ottobre per primaria, scuola media e primi anni delle superiori.

 

Ultimi Articoli