Una frana minaccia l’ex statale 303, il monito di Gallicchio

“Purtroppo, si registrano situazioni che richiedono la massima attenzione. L’abbassamento di diversi centimetri di una lunga striscia del manto stradale della ex statale 303, oggi di competenza della Provincia di Avellino, in zona S. Veronica, il conseguente pericolo per una importante conduttura dell’impianto del gas metano della rete del comune di Bisaccia che serve l’intero centro abitato ricostruito dopo il terremoto del 1980, e a valle di tutto ciò il cedimento del terreno, in piena fase di…

“Purtroppo, si registrano situazioni che richiedono la massima attenzione. L’abbassamento di diversi centimetri di una lunga striscia del manto stradale della ex statale 303, oggi di competenza della Provincia di Avellino, in zona S. Veronica, il conseguente pericolo per una importante conduttura dell’impianto del gas metano della rete del comune di Bisaccia che serve l’intero centro abitato ricostruito dopo il terremoto del 1980, e a valle di tutto ciò il cedimento del terreno, in piena fase di scivolamento, per una larghezza di diverse decine di metri che sta per invadere una via comunale”.
Così, Pasquale Gallicchio dirigente provinciale del Partito democratico nonché consigliere comunale di Bisaccia segnala una delle questioni più delicate che interessano la viabilità in Alta Irpinia. “Bisogna aggiungere che questo problema persiste da qualche anno. Pare, invece, che si sia preferito, anche quando c’era disponibilità di investimenti risolvere il problema spalmando catrame, coprendo così tanto le crepe che il problema. Non vorrei che accadesse la stessa cosa anche questa volta. Inoltre, la questione richiede un attento monitoraggio sia per la presenza del gas metano e sia per il movimento franoso in atto. Mi auguro che Prefettura di Avellino e Provincia di Avellino possano mettere in campo tutti gli sforzi possibili. Quindi, si faccia presto anche perché la maggiore preoccupazione è legata alla conduttura del gas metano che già in passato è stata oggetto di diversi interventi, spostamenti a carico della Ge.S.Com, la società comunale di gestione della rete del gas metano, che anche in merito agli ultimi eventi ha provveduto a segnalare a tutti gli enti competenti. L’Amministrazione comunale di Bisaccia sta predisponendo una serie di atti per chiedere l’intervento dei diversi enti competenti per giungere ad una soluzione praticabile sul caso”.
Anche questa volta Gallicchio indirizzerà un dossier al Prefetto di Avellino, alla Procura della Repubblica e alla Provincia di Avellino e spiega anche il perché.
“Come ho fatto per la strada 285 che collega Bisaccia al casello autostradale di Lacedonia dell’A16, così farò per tutte le situazioni che affronterò da qui in poi. Il dossier è un modo per lasciare traccia di questo lavoro politico ma soprattutto per portare all’attenzione di diverse ed importanti istituzioni territoriali le difficili condizioni che si registrano sul territorio. Del resto i cittadini meritano una costante attenzione”.
Il consigliere comunale lancia anche una iniziativa utilizzando la sua pagina Facebook.
“L’intenzione – afferma Gallicchio – è quella di creare un archivio delle emergenze territoriali riferite per adesso alla viabilità. Tutti potranno segnalare situazioni di difficoltà ma soprattutto inviare foto e filmati. Un archivio che per le situazioni più importanti contribuirà a diventare materiale per i dossier alle istituzioni. Sarà un lavoro meticoloso che servirà a mappare una serie di emergenze dando loro un luogo comune dove poter essere valutate. Spesso accade, come in questo caso per la viabilità, che le questioni restino tra loro slegate perdendo, così, anche di efficacia. Raccoglierne i contributi che arriveranno in un archivio può riflettere meglio, soprattutto alla politica, l’importanza di un fenomeno”.

Ultimi Articoli