Ufficio giudice di pace Vallo Lauro, accolto l’odg di Paolo Russo

“Il Governo valuterà la possibilità di adottare le opportune iniziative, anche a livello normativo, per permettere, anche agli altri comuni che ne abbiano fatto richiesta, il recupero degli uffici giudiziari oggetto di soppressione ai sensi del decreto legislativo n. 156 del 2012”: accolto l’ordine del giorno del parlamentare di Forza Italia, Paolo Russo. L’iniziativa è volta soprattutto a sortire effetti rispetto alla soppressione dell’ufficio del giudice di pace di Lauro, unico presidio giudiz…

“Il Governo valuterà la possibilità di adottare le opportune iniziative, anche a livello normativo, per permettere, anche agli altri comuni che ne abbiano fatto richiesta, il recupero degli uffici giudiziari oggetto di soppressione ai sensi del decreto legislativo n. 156 del 2012”: accolto l’ordine del giorno del parlamentare di Forza Italia, Paolo Russo. L’iniziativa è volta soprattutto a sortire effetti rispetto alla soppressione dell’ufficio del giudice di pace di Lauro, unico presidio giudiziario del Vallo, interessato, tra l’altro da più di 2mila contenziosi all’anno.
“L’intervento dell’esecutivo – spiega Paolo Russo – e’ necessario per rispondere all’esigenza di servizi e di giustizia di una popolazione che conta oltre 20 mila abitanti. Con i rappresentanti locali di Forza Italia continuerò a sostenere le legittime istanze dei cittadini che non possono essere penalizzati da tagli che non tengono conto della posizione geografica dei territori e dei costi a carico di famiglie e professionisti”.

Ecco di seguito l’ordine del giorno   ” La Camera, premesso che:     il decreto legislativo n. 156 del 2012 ha stabilito la possibilità per i comuni di recuperare l’ufficio giudiziario onorario oggetto di soppressione, accollandosi i relativi oneri finanziari;     il provvedimento in esame oggi ripristina i due uffici del giudice di pace di Ostia nel comune di Roma e di Barra nel comune di Napoli già soppressi all’esito della riforma provvedendo, conseguentemente, alle necessarie sostituzioni tabellari del decreto sopramenzionato;
    sono quindi sostituite le tabelle A e B allegate al decreto legislativo n. 156 del 2012 contenenti l’elenco degli uffici del giudice di pace soppressi e i nuovi uffici cui sono attribuite le competenze degli uffici soppressi prevedendo un’autorizzazione della spesa di funzionamento dei due uffici, pari a 317.000 euro a decorrere dal 2015, impegna il Governo a valutare la possibilità di adottare le opportune iniziative, anche a livello normativo, per permettere, anche agli altri comuni che ne abbiano fatto richiesta, il recupero degli uffici giudiziari oggetto di soppressione ai sensi del decreto legislativo n. 156 del 2012. 9/2681/136. Russo”.

Ultimi Articoli

Attualità

Covid in Irpinia: 72 casi. 9 ad Avellino

26 Novembre 2021 0

‘Azienda Sanitaria Locale comunica su 1.069 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 72 persone: – 2, residenti nel comune di Aiello del Sabato; – 4, residenti nel comune di Altavilla Irpina; – 2, residenti […]