Terremoto: da Ariano Irpino aiuti per Cavezzo

Acqua minerale ed altri beni di conforto partiranno da Ariano Irpino per Cavezzo, in provincia di Modena, uno dei Comuni maggiormente colpiti dall’ultimo sisma con oltre 6 mila sfollati. Il Comune di Ariano Irpino, attraverso l’Ufficio Protezione Civile, già dal primo terremoto del 20 maggio aveva offerto il proprio supporto ai Comuni del modenese colpiti dal sisma ma adesso, vista l’entità ancor più grave dei danni, si è reso promotore, coinvolgendo i comuni del Nord Est, dell’invio di beni di consumo di prima necessità richiesti dalle stesse autorità emiliane. Ieri sera il Delegato alla Protezione Civile, Angelo Puopolo, si è messo in contatto direttamente con il Sindaco di Cavezzo, Stefano Draghetti, e con il Responsabile della Protezione Civile locale, Maurizio Cavassa, al fine di organizzare aiuti per la cittadina emiliana completamente evacuata, visto che sia il centro storico che le altre abitazioni sono tutte inagibili e la cittadinanza ha bisogno di ogni cosa. “Tenuto conto della nuova organizzazione della Protezione Civile che prevede aiuti mirati,- spiega il delegato Puopolo- si è inteso procedere con l’ausilio dei comuni del Nord Est con i quali stiamo stringendo una collaborazione sempre più proficua, a stanziare una somma per l’acquisto di beni di prima necessità. I Sindaci si sono mostrati subito sensibili e stanno provvedendo con un deliberato seppur nelle difficoltà economiche ben risapute. L’industria zootecnica dei Fratelli Colella ha già messo a disposizione un tir per il trasporto dei beni ed altre aziende alimentari stanno dando la propria disponibilità. Stiamo facendo il possibile per far partire il carico entro sabato mattina”. Insieme agli aiuti si recherà a Modena anche una delegazione istituzionale guidata proprio dal Consigliere Angelo Puopolo. Intanto il Sindaco di Ariano, Antonio Mainiero e tutti i Sindaci dei Comuni del Nord Est: Raffaele Fabiano di Casalbore, Carlo Pizzillo di Montecalvo, Bartolomeo Zoccano di Greci, Armando Zevola di Zungoli, Oreste Ciasullo di Savignano, Giuseppe Andreano di Montaguto e Franco Roberto di Villanova del Battista, esprimono la propria solidarietà e vicinanza alle popolazioni colpite dal sisma.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]