Tagli ospedali, parte l’Emergency Caravan dei comitati irpini

Tagli ospedali, parte l’Emergency Caravan dei comitati irpini

ALTA IRPINIA – Non si arresta la mobilitazione in difesa della salute apertasi non appena la giunta Caldoro deliberava la chiusura dell’ospedale “Di Guglielmo” e di fatto anche del “Criscuoli”. Blocchi, manifestazioni, cortei hanno provato in queste settimane ad invertire i progetti del piano ospedaliero sanitario, ma ancora nulla. Anche i Sindaci, tutti assieme, non sono riusciti a far sentire le loro ragioni. E nemmeno azioni clamorose, come quelle intraprese dai cittadini di Bisaccia che sono saliti a “vivere” sul tetto dell’ospedale e che da oltre tre settimane resistono a tutte le intemperie, non sono riuscite a far rivedere i conti al Governo regionale. Ma la protesta continua. L’irpinia ribelle non si arrende. Non demordono soprattutto i giovani dei comitati irpini decisi a non cedere la loro assistenza sanitaria per nessuna ragione, convinti che in queste terra ci sia ancora posto per il loro futuro.
“E’ per questo che abbiamo deciso di girare l’irpinia a bordo di un’ambulanza” – raccontano i ragazzi del comitato irpino – “per soccorrere la nostra terra”. Al posto del defibrillatore hanno allestito un media center per rispondere all’emergenza sanitaria. Invece dei cerotti, bende e garze sistemati volantini e manifesti.
Anche il kit di pronto soccorso è stato sostituito da striscioni e megafoni. Un’ambulanza a tutti gli effetti, adibita per il soccorso di un paziente particolare, di nome irpinia, che ha bisogno del sostegno di tutta la sua comunità per uscire dalla crisi. A bordo non i soliti medici e infermieri ma ragazzi e ragazze pronti ad smuovere le coscienze e rianimare la lotta.
“La carovana dell’emergenza o meglio “Emergency Caravan” è partita” – fanno sapere dal comitato – “da Sant’Angelo a Bisaccia passando per tutti i comuni dell’alta irpinia, l’ambulanza della resistenza proverà a curare l’esercizio della democrazia, con le sirene a risvegliare la partecipazione e a proteggere i diritti, insomma a dare ossigeno ad una protesta che riguarda tutto il territorio. L’ambulanza sarà domani mattina ad Avellino, a sostegno degli studenti e delle studentesse in piazza contro la riforma Gelmini.
Nel pomeriggio, invece, di nuovo su e giù per le strade dell’irpinia d’oriente a difendere il diritto alla salute e per ricordare a tutti della manifestazione che si terrà martedì 12 ottobre sotto Palazzo Santa Lucia. Sempre per domani è prevista in serata anche una festa in quel di Sant’angelo dei Lombardi, ore 21 presso il Centro Sociale, per un breve pit-stop, dove si proverà a fare rifornimento di energie e di tanta buona volontà, la stessa che accompagnerà la protesta nel proseguo della mobilitazione.

Ultimi Articoli

Top News

Renzi “Il coprifuoco va tolto, non serve più”

6 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il coprifuoco va tolto perchè non serve più, perchè ogni giorno mezzo milione di persone si vaccina a fronte di 10mila contagiati. Va tolto del tutto. Se va ancora tenuto, direi al limite fino a mezzanotte”. A dirlo il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, a “Dritto e Rovescio” su Rete4.“Ora la […]

[…]

Top News

Giustizia, Salvini “Raccoglieremo firme con i radicali per referendum”

6 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Questo Parlamento con Pd e 5Stelle non farà mai una riforma della giustizia. Per questo stiamo organizzando con il Partito Radicale una raccolta di firme per alcuni questiti referendari”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini nel corso della registrazione di Porta a Porta.La mia posizione sul coprifuoco? “Penso che si […]

[…]

Top News

Giochi, Schiavolin (Snaitech) “Sostenibilità driver di innovazione”

6 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Salutiamo con grande favore i numerosi messaggi di approvazione che ci sono pervenuti a vario titolo per l’adesione di Snaitech all’United Nations Global Compact, la più grande iniziativa a livello mondiale per la sostenibilità del business. Si tratta di un importante progetto che rappresenta solo una parte dell’impegno che da anni ci […]

[…]

Top News

Spari contro peschereccio italiano in Libia, ferito il comandante

6 Maggio 2021 0
MAZARA DEL VALLO (TRAPANI) (ITALPRESS) – Il comandante del peschereccio Aliseo della marineria di Mazara del Vallo, Giuseppe Giacalone, è stato ferito da colpi di arma da fuoco esplosi dalla Guardia costiera libica al largo delle coste di Misurata. Una raffica di spari ha colpito il comandante che adesso è ferito, in condizioni ancora da […]

[…]