Tagli ai trasporti, l’assessore Vetrella incontra la Valle Caudina

L’assessore ai trasporti Sergio Vetrella ha ospitato la delegazione della Valle Caudina per discutere sui tagli effettuati alla linea ferroviaria Benevento – Napoli. all’incontro erano presenti il presidente del consiglio comunale di S. Martino V.C. con il presidente dell’associazione “Città Caudina” dei servizi Marcella Sorrentino. In particolare gli amministratori caudini nel vertice tenuto presso l’assessorato nella città capoluogo hanno chiesto la riattivazione delle corse dei treni della Ferrovia Metro Campania NordEst nei giorni festivi e la domenica. Oggi il servizio minimo è garantito con quattro corse effettuate con autobus. Si chiede invece di cosentire il trasporto su ferro. D’altra parte la Regione Campania ha chesto di verificare la sostenibilità della richiesta in termini economici.
“Con gli ultimi tagli ai trasporti la Valle Caudina ha subito forti disagi”. A dirlo è proprio il presidente del consiglio Francesco Sorrentino. “I migliaia di lavoratori e soprattutto i vari studenti sono stati fortemente penalizzati per i tagli indiscriminati fatti dal governo regionale. Inoltre – continua il presidente del consiglio comunale – con tali riduzioni di corse viene minata seriamente la crescita e lo sviluppo di un territorio che funge da cerniera tra il beneventano, il napoletano e il casertano. Quello che noi chiediamo – argomenta Sorrentino – è il ripristino delle 4 corse su ferro che collegano la tratta Benevento – Napoli. Credo che ci sia stato un errore di valutazione da parte della Regione Campania che nell’incontro con l’assessore Vetrella abbiamo fatto notare. Praticamente è stato stimato che i passeggeri che usufruiscono del trasporto su ferro ne sono circa quattrocento. Dato errato perchè calcolato con la prima corsa mattutina. I passeggeri, tra studenti e lavoratori, ne sono almeno 1200. Altro errore – continua – è stato fatto nella previsione dei tempi di percorrenza. La regione sostiene che a differenza del trasporto ferroviario, i pullman, impiegano circa dieci minuti in più per raggiungere il capoluogo. Non è così visto che un pullman può arrivare ad impiegare anche più di due ore per raggiungere Napoli. Tutti questi dati li abbiamo ottenuti dai capostazione con un’attenta indagine e riscontrando anche una certa credibilità soprattutto dall’assessore Vetrella”.
E Sorrentino chiude lanciando anche un appello al comune di Benevento: “Al tavolo era assente il comune di Benevento, spero che nei prossimi incontri sia presente e partecipi alle decisioni da prendere vista l’importanza della città di Benevento in questa vicenda”. Un prossimo tavolo è stato convocato per il prossimo 15 dicembre.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]