Summonte, convegno sul marketing territoriale

Summonte, un modello di sviluppo locale. E’ questo quello che è emerso ieri nel corso dell’incontro dibattito svoltosi presso la sede del Parco Regionale del Partenio. Il convegno dal titolo “Marketing Territoriale: l’ambiente e la qualità della vita al centro di un modello di sviluppo locale”.
Ad aprire i lavori è stato l’architetto Federico Guerriero, assessore alle politiche del territorio il quale ha fatto una panoramica del tema in questione, quindi la parola è passata al primo cittadino di Summonte On. Pasquale Giuditta, consigliere del Ministro dell’Agricoltura il quale ha posto l’attenzione sul lavoro portato avanti in questi anni, mirato alla valorizzazione di quelle che sono le peculiarità di Summonte dell’area del Partenio più in generale.
Spazio dunque all’intervento del presidente di Legambiente Campania onlus, dott. Michele Buonomo, quindi il presidente del Parco Regionale del Partenio e del Vice presidente Regionale Giuseppe De Mita. Di notevole spessore è stato proprio l’intervento del vice governatore della Regione campania il quale si è soffermato sull’importanza della ricaduta economica della manifestazioni musicali. “Bisogna considerare quello che viene lasciato in termini di ricadute e di ricchezza per il territorio. Questo deve essere l’unico indicatore. Bisogna curare nelle manifestazioni a sfondo turistico i servizi legati all’accoglienza, insomma bisogna immaginare il turismo in termini di produttività”. Numerosi gli spunti di riflessione offerti dall’Assessore al Turismo il quale ha posto anche l’attenzione sulla dimensione economica legata alla presenza turistica nei nostri territorio.
Di notevole interesse l’intervento del primo cittadino di Summonte, noto per il suo costante impegno rivolto alla valorizzazione del territorio e la promozione di quelle che sono le tipicità e le peculiarità.
“Da anni abbiamo immaginato un modello e lo abbiamo fatto nostro – ha spiegato Giuditta – E’ stata una sfida la nostra. Oggi siamo certi che sia una sfida vinta. Un dato acquisito dopo anni passati a lavorare per promuovere quello che abbiamo. Siamo stati lungimiranti immaginando uno sviluppo locale attraverso un merketing territoriale. Lo abbiamo fatto in un momento nel quale non era ancora sviluppata in altre realtà una grande sensibilità per l’argomento. E oggi possiamo dirci soddisfatti. Negli anni si è dunque affermata una vera e propria strategia vincente che ha mirato a valorizzare quella che è la vocazione del territorio e valorizzare quelli che sono i nostri beni, i nostri siti, le nostre risorse. La nostra manifestazione Sentieri Mediterranei si inserisce proprio in cornice. Abbiamo dato a Summonte una grande identità avendo immaginato un turismo che passa attraverso l’identità di un borgo stesso.
Al centro delle nostre attività ci sono dunque la cultura, le tradizioni, la storia e l’ambiente.
Un modello di sviluppo che guarda al futuro e che mira alla crescita del territorio attraverso la promozione turistica Una scelta che guarda lontano e che ha registrato notevoli consensi. Il percorso è ancora lungo e c’è necessità che le istituzioni ci siano vicine per avere un ambiente d’eccellenza in un’ottica di sviluppo sostenibile”.
L’incontro è stato moderato dal giornlalista de Il Mattino Gerardo De Fabrizio.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]