Sturno diventa città della sicurezza stradale

IL PROGETTO – Sturno, città della sicurezza stradale- Sturno- Continua inesorabile il successo della ‘Scuderia Ferrari’ di Ariano diretta dall’imprenditore Alberto Scaperrotta, ma in trasferta sul territorio irpino e sannita. Dopo la notte rossa a Benevento e il raduno del cavallino rampante a Sturno e a Zungoli il sindaco del borgo ufitano, Vito Di Leo, sposa il progetto ‘No alcol no droga’ che l’associazione di Scaperrotta porta avanti da qualche anno nelle scuole e nelle piazze. La com…

IL PROGETTO – Sturno, città della sicurezza stradale- Sturno- Continua inesorabile il successo della ‘Scuderia Ferrari’ di Ariano diretta dall’imprenditore Alberto Scaperrotta, ma in trasferta sul territorio irpino e sannita. Dopo la notte rossa a Benevento e il raduno del cavallino rampante a Sturno e a Zungoli il sindaco del borgo ufitano, Vito Di Leo, sposa il progetto ‘No alcol no droga’ che l’associazione di Scaperrotta porta avanti da qualche anno nelle scuole e nelle piazze. La comunità sturnese, grazie alla buona volontà del nuovo sindaco, sarà la prima in Irpinia a promuovere corsi di educazione stradale per gli alunni e a divulgare la filosofia della sicurezza e sobrietà al volante promossa appunto dalla ‘Scuderia Ferrari’ di Ariano. E non è certo in contrasto il binomio Ferrari- guida sicura, anzi, proprio con l’impiego di potenti fuoriclasse è possibile far comprendere ai giovani e ai bambini che al volante bisogna essere sempre lucidi, sobri, attenti e non spericolati mettendo a repentaglio la propria incolumità e quella altrui. Sturno diventa così la prima città della guida sicura. Il progetto di Scaperrotta, e l’esempio sturnese, sono stati condivisi anche da due noti imprenditori della zona, Carmelo Volpe di Zungoli e Benedetto Perrino di Grottaminarda. Prossimamente il progetto ‘No droga no alcol’ approderà pure nelle scuole del circondario perché l’educazione stradale va insegnata sin dalla scuola dell’infanzia. All’appuntamento di Sturno ha preso parte anche una delegazione della Polstrada della sottosezione di Grottaminarda, diretta dal dottore Antonio De Bellis, che ha fatto delle dimostrazioni pratiche impiegano l’alcol test e le apparecchiature sofisticate in dotazione per il controllo elettronico della velocità.

Ultimi Articoli

Top News

Sanremo al via, Amadeus “Festival per il Paese che lotta”

3 Marzo 2021 0
SANREMO (ITALPRESS) – L’inizio al buio, Amadeus che si fa il segno della croce prima di scendere le scale, le poltrone rosse vuote, gli applausi finti. Sono le prime immagini di Sanremo 71: «il Festival della ricrescita», Fiorello docet. La «scoperta che la normalità è una cosa straordinaria», per dirla con Amadeus che mai, confessa, […]

[…]

Top News

Morata, Chiesa e Ronaldo, Juve batte Spezia 3-0

2 Marzo 2021 0
TORINO (ITALPRESS) – La Juventus riparte dopo lo stop di Verona e batte lo Spezia per 3-0 con le reti di Morata, Chiesa e Cristiano Ronaldo. Nell’anticipo del turno infrasettimanale la squadra di Pirlo si porta momentaneamente a -3 dal Milan e a -7 dalla capolista Inter. Nella cornice di un Allianz Stadium che al […]

[…]

Top News

Cartabia “Urgente accelerare con le vaccinazioni in carcere”

2 Marzo 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – «Oggi è urgente che la somministrazione delle vaccinazioni, iniziata in alcune realtà carcerarie già da alcune settimane, prosegua velocemente». Nella sua visita alla sede del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, la ministra della Giustizia, Marta Cartabia, assicura che il «Ministero segue con attenzione l’andamento delle vaccinazioni» e annuncia che «metterà le informazioni e i […]

[…]

Top News

Covid, Draghi firma il suo primo Dpcm, scuole chiuse nelle zone rosse

2 Marzo 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il presidente del Consiglio Mario Draghiha firmato pochi minuti fa il Dpcm che sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile. E’ frutto di un confronto importante prima di tutto con il Parlamento, con le Regioni e con il Cts”. Lo ha annunciato il ministro della Salute Roberto Speranza, nel corso […]

[…]

Top News

Covid, in Italia il 54% delle infezioni dovute alla variante inglese

2 Marzo 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – In Italia al 18 febbraio scorso la prevalenza della cosiddetta “variante inglese” del virus Sars-CoV-2 era del 54%, con valori oscillanti tra le singole regioni tra lo 0% e il 93,3%, mentre per quella “brasiliana” era del 4,3% (0%-36,2%) e per la “sudafricana” dello 0,4% (0%-2,9%). La stima viene dalla nuova “flash […]

[…]