Sportello antiviolenza, Camera Nazionale Famiglia firma intesa

La Camera Nazionale per la Famiglia ed i Minorenni, nella persona del Presidente territoriale avv. Tiziana TOMEO, ha sottoscritto questa mattina presso il Comune di Avellino, alla presenza del Sindaco Foti e degli altri firmatari invitati, il Protocollo d’intesa avente ad oggetto “La promozione di strategie condivise finalizzate alla prevenzione ed al contrasto della violenza e della discriminazione”.
“Senza dubbio il tema delle discriminazioni assume un peso determinante nell’attuale …

La Camera Nazionale per la Famiglia ed i Minorenni, nella persona del Presidente territoriale avv. Tiziana TOMEO, ha sottoscritto questa mattina presso il Comune di Avellino, alla presenza del Sindaco Foti e degli altri firmatari invitati, il Protocollo d’intesa avente ad oggetto “La promozione di strategie condivise finalizzate alla prevenzione ed al contrasto della violenza e della discriminazione”.
“Senza dubbio il tema delle discriminazioni assume un peso determinante nell’attuale contesto di repentine trasformazioni sociali e demografiche, ed è funzionalizzato alla difesa di tutti i cittadini per il riconoscimento dei propri diritti”. E’ quanto afferma la Presidente territoriale della Camera Nazionale per la Famiglia ed i Minorenni, l’avvocato Tiziana Tomeo.
“Il protocollo – aggiunge la Tomeo – si pone quale riferimento per la tutela di tutti gli individui, particolarmente di coloro i quali vivono una condizione di “diversità” che li costringe all’ appartenenza ad una “minoranza”, troppe volte imperdonabilmente dimenticata soprattutto dalle Istituzioni.
E’ un modo importante dunque, per applicare i principi insiti nella tradizione normativa italiana che ad esempio, proprio nell’art.3 della Costituzione trovano un fermo ancoraggio normativo.
L’auspicio è che le parti firmatarie possano riuscire a fere “rete” ponendo in essere, grazie anche al Comune, volano dell’iniziativa, un preciso percorso fatto di differenti fasi tutte necessarie come: la prevenzione delle possibili discriminazioni; la promozione di azioni positive; la diffusione di best practice; la rimozione delle condizioni di discriminazione; il monitoraggio e la verifica costante del fenomeno attraverso un’attenta osservazione dello stesso”.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]