Sisma ’80 – On. Ruggiero: “Bisogna puntare sulla prevenzione”

AVELLINO – “A trent’anni dal sisma del 1980, è giunto il momento di puntare sulla costruzione di una nuova cultura della prevenzione. L’Irpinia ha passato troppi anni a piangere i suoi morti, ad aspettare la fine di un processo di ricostruzione che non è mai arrivata, a commemorare di anno in anno le vittime di quella drammatica domenica di trent’anni fa”. E’ il commento dell’On. Antonia Ruggiero, presidente della VI Commissione Consiliare Permanente “Istruzione e Cultura, Ricerca Scientifica, Politiche Sociali” della Regione Campania, nella giornata dedicata al ricordo del terremoto in Irpinia. “Oggi non è più il tempo delle commemorazioni fini a se stesse – afferma l’On. Ruggiero -. Accanto al ricordo di quella terribile fase che la provincia di Avellino ha vissuto, bisogna con fermezza spingere sulla leva della prevenzione, una cultura che stenta a trovare una sua direzione ma che avrebbe invece bisogno di impegno e certezze da parte di tutte le istituzioni. Il terremoto del 1980 doveva servire da monito perché si puntasse l’attenzione sulla prevenzione, e invece abbiamo assistito a un enorme spreco di risorse che ha portato a risultati non certo comparabili alla spesa sostenuta. Basti vedere come la provincia di Avellino e il capoluogo scendano vistosamente nelle statistiche nazionali. Il terremoto poteva essere un’opportunità per una provincia che aveva vissuto un disastro simile. Oggi invece ci si ricorda delle vittime ma troppo spesso si dimenticano le conseguenze di uno sfaccio non solo materiale, ma anche morale”.

Ultimi Articoli

Top News

Fondazione Guido Carli premia 14 personalità imprenditoria, sport,danza

7 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Facciamo della lunga attesa alla quale ci ha costretto la pandemia un avamposto di progetti e di visione per l’avvenire. La grandezza di un’idea si misura in base a quel che genera e dalla potenza con cui si rigenera”. Con queste parole Romana Liuzzo, Presidente della Fondazione Guido Carli, ha aperto la […]

[…]

Top News

Esplosione in fabbricato a Gubbio, un morto

7 Maggio 2021 0
GUBBIO (ITALPRESS) – Un uomo è morto a seguito dell’esplosione in un fabbricato annesso a un’azienda in località Canne Greche, a Gubbio. Tre persone sono state estratte vive dai vigili del fuoco, mentre un’altra risulta dispersa. “A nome mio e dell’intera comunità umbra esprimo la più sincera vicinanza ai lavoratori, e alle loro famiglie, coinvolti […]

[…]

Top News

Salvini “Nel prossimo Cdm chiederemo di abolire il coprifuoco”

7 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Solo oggi 15.580 italiani guariti, 591 ricoverati in meno, 55 letti di terapia intensiva liberati, e solo ieri 501.236 vaccinati. Chissà se i TG daranno queste buone notizie o preferiranno terrorizzare. Nel prossimo Cdm i ministri della Lega chiederanno il ritorno al lavoro in sicurezza per tutti, senza discriminazioni, e no al […]

[…]

Top News

Coronavirus, 10.554 nuovi casi e 207 decessi in 24 ore

7 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Contagi in discesa in Italia nelle ultime 24 ore. I nuovi positivi, secondo il bollettino del Ministero della Salute sono 10.554 contro i 10.585 di ieri con 328.612 tamponi processati e che fanno scendere il tasso di positività al 3,21%. In calo pure i decessi: 207 (ieri erano stati 258). I guariti […]

[…]

Top News

Sicilia, Sardegna e Val d’Aosta in zona arancione, altre regioni in giallo

7 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, firmerà in giornata nuove ordinanze che andranno in vigore a partire dal 10 maggio. Nessuna regione è in area rossa. Sono in area arancione le regioni Sicilia, Sardegna e Valle d’Aosta. Tutte le altre regioni […]

[…]

Top News

Draghi “Italia non è come dovrebbe essere, con Pnrr cambio di passo”

7 Maggio 2021 0
OPORTO (PORTOGALLO) (ITALPRESS) – “Già prima della pandemia la nostra società e il mercato del lavoro presentavano delle spaccature profonde, le diseguaglianze di genere e territoriali a livello regionale c’erano già. Il livello di disoccupazione in Italia era preoccupante già prima dell’emergenza Covid, con un divario del doppio rispetto ai dati dell’Europa. L’Italia non è […]

[…]