Serino, grande partecipazione a “La musica innesca la legalità?!”

L’evento, organizzato dal Circolo “E. Berlinguer” dei GD e del PD di Serino, è stato un momento di confronto sui contenuti e i significati della musica neomelodica. Fortemente voluto soprattutto dai giovani del PD serinese, ha dato vita ad un confronto anche tra realtà diverse, raggiungendo un respiro ultraregionale.
Dopo l’introduzione del Segretario cittadino PD Marcello Rocco, sono seguiti i saluti di Luigi Martucci, Segretario GD Serino; gli interventi di Carmine G. Parisi, della Segreteria regionale GD Campania; Vito Pelosi, Assessore alla cultura e al turismo del Comune di Serino; Valentina Spata, rappresentante del PD di Ragusa; Antonino Castorina, della Segreteria nazionale dei Giovani Democratici. Le conclusioni sono state tenute dal Presidente della Commissione Regionale Anticamorra, on. Gianfranco Valiante, e Marcello Ravveduto, ricercatore presso l’Università degli Studi di Salerno e scrittore, il quale ha tenuto una vera e propria lezione magistrale sulla tematica affrontata essendo egli da anni impegnato nello studio del fenomeno
La lotta contro i sistemi criminali non può essere delegata all’esclusiva azione dello Stato e dei suoi apparati investigativi. Ma deve essere combattuta anche sul piano culturale, affinché un giovane non possa mai considerare un camorrista come un eroe, un latitante come una vittima ed un collaboratore di giustizia come un infame. E in questa lotta, anche dopo l’iniziativa di ieri, il PD di Serino insieme ai Giovani Democratici su tutti i livelli hanno dimostrato di essere già in campo non solo a parole.

Ultimi Articoli

Top News

Covid, Mattarella “Vaccinazione dovere morale e civico”

28 Luglio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “La pandemia non è ancora alle nostre spalle. Il virus è mutato e si sta rivelando ancora più contagioso. Più si prolunga il tempo della sua ampia circolazione più frequenti e pericolose possono essere le sue mutazioni. Soltanto grazie ai vaccini siamo in grado di contenerlo. Il vaccino non ci rende invulnerabili, […]

[…]