Sanità, polo oncologico a ‘Villa Maria’: ok dai sindaci

LA SANITA’ – C’è anche una cordata di sindaci, dal medio Calore alla valle Ufita fino al vicino Sannio, coordinati dal primo cittadino di Mirabella Eclano, Francesco Antonio Capone, a caldeggiare il riconoscimento del polo oncologico presso la casa di cura ‘Villa Maria’. Il sostegno è stato ratificato durante i civici consessi che hanno inserito la questione sanitaria locale nell’ordine del giorno con votazione unanime. “E’ una notizia che ci rincuora- spiega Domenico Covotta, presidente …

LA SANITA’ – C’è anche una cordata di sindaci, dal medio Calore alla valle Ufita fino al vicino Sannio, coordinati dal primo cittadino di Mirabella Eclano, Francesco Antonio Capone, a caldeggiare il riconoscimento del polo oncologico presso la casa di cura ‘Villa Maria’. Il sostegno è stato ratificato durante i civici consessi che hanno inserito la questione sanitaria locale nell’ordine del giorno con votazione unanime. “E’ una notizia che ci rincuora- spiega Domenico Covotta, presidente del cda della storica clinica eclanese-, e rimarca il forte legame con il territorio circostante che punta a una sanità di eccellenza. Ma soprattutto si rivela uno sprone utile per il Governatore De Luca. Noi pertanto siamo già pronti a partire con la Radioterapia e il reparto di Oncologia che si avvale di una convenzione con l’Università ‘Federico II’ di Napoli. Siamo solamente in attesa del disco verde dalla Regione Campania e del rinnovo della concessione edilizia. Mi auguro che arrivi al più presto”. Otto anni dopo il primo step burocratico e una recente sentenza favorevole del Consiglio di Stato la struttura sanitaria di via San Michele, alle porte della cittadina eclanese, ha tutte le carte in regola, e le autorizzazioni del caso, per qualificarsi come polo oncologico in un comprensorio vasto ma penalizzato. A coronamento di un travagliato percorso, scandito dalle classiche lungaggini burocratiche e da qualche intoppo legato ai tempi della politica regionale, la direzione della casa di cura ha ritenuto opportuno annunciare l’avvio, ormai imminente, della Terapia Radiante d’avanguardia grazie al possesso dell’acceleratore lineare di ultima generazione che non procura danni all’organismo perché interviene in maniera mirata e precisa e non più invasiva. Un vanto, dunque, per la clinica eclanese e per la sanità irpina che punta al miglioramento delle prestazioni e alla qualità dell’offerta di cura e prevenzione. “La prevenzione appunto è sempre il primo fondamento di ogni cura- sostiene il presidente Covotta-. Non a caso abbiamo avviato un’attività gratuita di screening del tumore al seno per le donne di età compresa fra i 40 e i 70 anni in collaborazione con la Asl, l’House Hospital onlus e Movimento Europa Donna. Anche su questo fronte ‘Villa Maria’ si è affermata per la chirurgia ricostruttiva della mammella. Gli interventi vengono eseguiti sempre presso la nostra struttura da personale medico altamente specializzato”. I requisti per il polo oncologico ci sono tutti, manca solo l’ok definitivo da Palazzo Santa Lucia.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]