Sanità, firmato accordo in Regione: stop tagli fondi contrattuali

Il giorno 12 gennaio 2015 presso la sede della Giunta Regionale Palazzo Santa Lucia si sono incontrate la Struttura Commissariale nelle persone del Dr. Cinque e Dr. Postiglione e del Capo Dipartimento Romano con le segreterie regionali della funzione pubblica di CGIL, CISL e UIL. “Le componenti sindacali hanno rappresentato il grave stato di difficoltà in cui i dipendenti devono lavorare ed il pericolo che ormai è divenuta certezza che i servizi all’utenza non possono più rispondere a standard …

Il giorno 12 gennaio 2015 presso la sede della Giunta Regionale Palazzo Santa Lucia si sono incontrate la Struttura Commissariale nelle persone del Dr. Cinque e Dr. Postiglione e del Capo Dipartimento Romano con le segreterie regionali della funzione pubblica di CGIL, CISL e UIL. “Le componenti sindacali hanno rappresentato il grave stato di difficoltà in cui i dipendenti devono lavorare ed il pericolo che ormai è divenuta certezza che i servizi all’utenza non possono più rispondere a standard di qualità ed efficienza. Abbiamo pertanto chiesto di cominciare a ragionare sui fondi contrattuali e sull’utilizzo delle risorse economiche in capo alle aziende che sono stati oggetto da parte della struttura commissariale di continui tagli in questi ultimi anni. Infatti la richiesta di sospendere l’ultimo decreto regionale il 106/2014 che interveniva pesantemente anche limitando la contrattazione decentrata, violando le norme contrattuali, trova ragione nella necessità di iniziare a ragionare anteponendo la organizzazione del lavoro e la carenza di organico nelle aziende alla riduzione dei fondi con tagli lineari che sinora hanno messo in ginocchio il diritto di cura per i cittadini e l’appropiatezza delle prestazioni in funzione del reale fabbisogno”, riferisce il segretario generale della CISL FP Campania Doriana Buonavita. “Dopo ampia discussione la struttura commissariale ha convenuto sulle nostre ragioni accettando di sospendere gli effetti del decreto 106, di darne comunicazione ai Direttori generali, aprendo un tavolo tecnico sulla rivisitazione dei fondi contrattuali attese le importanti novità di cui alla legge di stabilità 2015 che rilancia la contrattazione decentrata abolendo i vincoli sinora posti. Siamo soddisfatti del risultato anche perché l’inversione di rotta dimostrata al tavolo e la piena consapevolezza che la sanità in campania merita interventi strutturali di rilancio ci è sembrata positiva. La CISL FP si impegna con tutti i lavoratori affinchè il primo passo segnato non sià l’ultimo ma l’inizio di una lunga stagione ove le proposte siano protagoniste ai tavoli nel rilanciare una buona sanità ove i veri sprechi che sono sotto gli occhi di tutti siano oggetto dei dovuti interventi”, conclude il segretario Doriana Buonavita.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]