Rifiuti in città dopo le feste, Lieto: “Sistema va rivisto”

AVELLINO – La Federconsumatori CGIL di Avellino segnala l’incresciosa situazione che si registra questa mattina in numerose zone del comune capoluogo, caratterizzate da cumuli di rifiuti derivanti dal blocco delle raccolte nei giorni festivi. La Federconsumatori invita l’amministrazione comunale a rivedere i contratti di servizio con la società incaricata per rimodulare il servizio in occasione delle festività di lungo periodo come accade per le festività natalizie, pasquali e del Ferrago…

AVELLINO – La Federconsumatori CGIL di Avellino segnala l’incresciosa situazione che si registra questa mattina in numerose zone del comune capoluogo, caratterizzate da cumuli di rifiuti derivanti dal blocco delle raccolte nei giorni festivi. La Federconsumatori invita l’amministrazione comunale a rivedere i contratti di servizio con la società incaricata per rimodulare il servizio in occasione delle festività di lungo periodo come accade per le festività natalizie, pasquali e del Ferragosto, soprattutto in occasione del proseguimento dello stop alla raccolta per la vicinanza della domenica, come accaduto negli ultimi giorni.
Non è ammissibile che i cittadini, pur dovendo pagare una non trascurabile quota per il servizio di raccolta dei rifiuti, non debbano usufruire del servizio per così lungo tempo sopportando anche i disagi dell’accumulo di rifiuti in numerose aree della città.
“Chiediamo – dice Fiorentino Lieto della Federconsumatori di Avellino – di prevedere nel contratto di servizio delle raccolte extra nei giorni di festa o immaginare un sistema diverso che possa eliminare i cassonetti stradali che determinano conferimenti indiscriminati, anche perché è evidente – aggiunge Lieto – che in tali condizioni la raccolta differenziata subisce un brusco stop in quanto la raccolta dei cumuli viene poi effettuata senza tenere conto delle diverse frazioni. Allo stesso tempo chiediamo all’amministrazione di vigilare sui conferimenti impropri e soprattutto di dar il via al sistema di raccolta Porta a Porta, per il quale, ad Avellino, già da quasi un anno sono state distribuite alle utenze le pattumiere, senza poi dare corso all’avvio del sistema, che in altri comuni, come testimoniato, consente di non vivere le mini emergenze post festività”

Ultimi Articoli

Politica

Il sindaco e la sindrome De Luca

6 Dicembre 2021 0

Bisogna ammettere che il sindaco di Avellino ha ragione quando denuncia un eccesso di critica sull’operato della sua amministrazione. Dovrebbe essere evidente che i problemi della città sono tali e tanti che nessuno può ancora […]