“Grande Sarno”, Cosenza: “Andiamo avanti”

“Il Consiglio regionale della Campania ha mostrato condivisione unanime sull’importanza del Grande progetto Sarno”. Lo precisa l’assessore regionale Edoardo Cosenza, che ha la delega del Presidente Caldoro al coordinamento dei Grandi progetti. “Il Consiglio regionale, – sottolinea l’assessore Cosenza – nella seduta di ieri ha trovato la condivisione e votato all’unanimità la risoluzione dopo ampia e proficua discussione e dopo avere rilevato l’importanza della messa in sicurezza idraulica del Gr…

“Il Consiglio regionale della Campania ha mostrato condivisione unanime sull’importanza del Grande progetto Sarno”. Lo precisa l’assessore regionale Edoardo Cosenza, che ha la delega del Presidente Caldoro al coordinamento dei Grandi progetti. “Il Consiglio regionale, – sottolinea l’assessore Cosenza – nella seduta di ieri ha trovato la condivisione e votato all’unanimità la risoluzione dopo ampia e proficua discussione e dopo avere rilevato l’importanza della messa in sicurezza idraulica del Grande Progetto Sarno e delle ulteriori attività per la riqualificazione del fiume per il totale disinquinamento”. L’assessore Cosenza ha ricordato che “il Consiglio regionale ha anche impegnato la Giunta regionale ad avere un luogo di confronto in sede di Commissione ambiente per la discussione dei rilievi emersi dai comuni interessati e dal Consiglio regionale” e che “in sede di programmazione dei finanziamenti si promuova un progetto condiviso dalla creazione di un Parco Fluviale Naturale che valorizzi le preesistenze archeologiche e naturalistiche e sia d’incentivo alla difesa delle peculiarità agricole, storiche e naturalistiche”. “Riguardo al tema del consumo del suolo – ha ricordato Cosenza – che attualmente vi sono 835 ettari di terreno a rischio elevato o molto elevato di alluvione, in cui vivono 43mila abitanti del bacino. Con 76 ettari di vasche ecologiche con terreno naturale e argini di terra e con 33 ettari di aree a esondazione controllata delimitate da piccoli muretti in terreno, si metterà in sicurezza la totalità dei cittadini con un’area di esondazione pari a circa un decimo. Dunque nessun consumo di suolo, ma anzi la possibilità di liberare molte centinaia di ettari per l’agricoltura in sicurezza”. “Prosegue incessante l’azione di Arcadis, mia e dell’Assessore Romano per mettere fine ai ritardi degli anni passati sul disinquinamento: da oggi, finalmente, il depuratore Foce Sarno – ha concluso Cosenza – ha la sezione biologica che lo rende perfettamente rispondente alle direttive europee”.

Ultimi Articoli

Cronaca

Monteforte Irpino: controlli in un cantiere edile, 9 denunce

30 Novembre 2021 0

I Carabinieri del Gruppo Forestale di Avellino hanno denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica 9 persone, ritenute responsabili dei reati di “falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici”,“falsità ideologica […]

Attualità

Covid in Irpinia: 61 casi

30 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 840 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 61 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 3, residenti nel comune di Ariano Irpino; – 1, residente nel […]

Cronaca

Dramma a Sturno, poliziotto trovato morto in auto

29 Novembre 2021 0

Un uomo di 57 anni, poliziotto in servizio presso il Commissariato di Ariano Irpino, è stato trovato cadavere all’interno della sua auto nel territorio di Sturno. Ad ucciderlo un colpo pistola. Sono in corso indagini. […]

Attualità

Covid in Irpinia: 38 casi. 7 a Cervinara

29 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 797 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 38 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 1, residente nel comune di Ariano Irpino; – 3, residenti nel […]

Ariano Irpino

Ariano Irpino: furto dell’acqua, denunciato

29 Novembre 2021 0

I Carabinieri della Stazione di Ariano Irpino hanno denunciato un uomo della Città del Tricolle, ritenuto responsabile di furto aggravato. Lo stesso aveva trovato il modo per “risparmiare” sulla bolletta dell’acqua. Il sopralluogo eseguito con […]