Prevenzione tumori colon retto, ecco le altre tappe dell’Asl

“Programma di prevenzione del cancro colon-rettale”, l’Asl Avellino coinvolge i Comuni di Ospedaletto d’Alpinolo, Pietrastornina, Sant’Angelo a Scala, Summonte, Altavilla Irpina e Grottolella. I soggetti tra i 50 e i 74 anni residenti in questi Comuni riceveranno a breve, così come è accaduto negli altri Distretti sanitari dove si è già realizzata e conclusa la campagna di prevenzione, una lettera personalizzata di sollecito con invito a praticare il test gratuito del sangue occulto fecale, le indicazioni per il ritiro del kit, nonché un foglio informativo contenente informazioni generali sul tumore del colon retto e sull’importanza dell’adesione allo screening. Il direttore generale dell’Asl Avellino, l’ingegner Sergio Florio, ha quindi predisposto il proseguimento del programma di screening e della campagna di prevenzione, progettati e coordinati dal professor Vincenzo Landolfi, direttore del Dipartimento di Chirurgia del Presidio Ospedaliero “Agostino Landolfi” di Solofra. Le Farmacie dei Comuni sopracitati distribuiranno gratuitamente il kit a tutti coloro che si presenteranno con la lettera inviata dall’Asl e le stesse farmacie ritireranno, successivamente, il test. Ai cittadini, poi, sarà comunicato, mediante lettera, l’esito dell’esame. Nel caso che il test risultasse positivo, il soggetto interessato potrà sottoporsi, gratuitamente, a una colonscopia in sedazione presso il Presidio Ospedaliero “Agostino Landolfi” di Solofra. Tra la popolazione compresa tra i 50 e i 74 anni si riscontra una particolare incidenza di polipi colonrettali e facilmente questi polipi si trasformano in cancro del colon retto. E’ indispensabile, quindi, eseguire la ricerca del sangue occulto per una diagnosi precoce. E’ provato che se il cancro del colon retto è riscontrato e trattato nelle fasi precoci è curabile in più del 90 per cento dei casi. Tutti i dati del programma di prevenzione, il primo avviato e realizzato in Campania e tra i primi nel Mezzogiorno d’Italia, confluiranno nella Centrale Operativa di Screening che ha sede presso il Presidio Ospedaliero “Agostino Landolfi” di Solofra, sotto la direzione dello stesso professor Vincenzo Landolfi. E’ possibile telefonare, per notizie o chiarimenti, alla Centrale Operativa di Screening al numero telefonico 0825530424, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00.

Ultimi Articoli

Calcio Avellino

Avellino concentrato con le ‘piccole’ per la rincorsa

8 Dicembre 2021 0

di Dino Manganiello Adesso è necessario capovolgere quanto fatto finora. Perché dopo aver sottolineato le buonissime prestazioni dell’Avellino contro le migliori dell’attuale classifica, c’è da ricordare, anche se è doloroso, che i biancoverdi hanno perso […]

Cultura ed Eventi

Esiste l’inquilino sicuro: ecco chi è

8 Dicembre 2021 0

Esiste l’inquilino sicuro? Ossia quell’inquilino che non crea problemi di morosità e che garantisce nella massima serenità la rendita di un immobile?Gianluca Russo, Ceo di Solo Affitti Avellino ci ha spiegato come funziona la politica del marchio Solo Affitti , […]

Attualità

A Summonte melodia antistress grazie a tiglio secolare

7 Dicembre 2021 0

Ha più di 240 anni ed è censito nello speciale elenco degli alberi monumentali d’Italia. Oltre a rappresentare da sempre uno straordinario valore estetico e paesaggistico. Ma ora diventa anche strumento “terapeutico”. Si tratta del […]