Parcheggio disabili, l’Ufficio H a sostegno di Monica Spiezia

AVELLINO – “A conferma che l’affermazione dei diritti dei diversamente abili non ha colore politico, il nostro Ufficio è in totale sintonia con quanto proposto dalla consigliera di opposizione, Monica Spiezia”. E’ quanto affermano i responsabili Antonio Festa e Michelangelo Varrecchia. “La consigliera ha richiesto lo screening per tutti i tagliandi parcheggio disabili e noi abbiamo riconfermato, dopo ben 5 anni, che tale sistema è l’unico rimedio possibile alla “truffa ai danni dei veri d…

AVELLINO – “A conferma che l’affermazione dei diritti dei diversamente abili non ha colore politico, il nostro Ufficio è in totale sintonia con quanto proposto dalla consigliera di opposizione, Monica Spiezia”. E’ quanto affermano i responsabili Antonio Festa e Michelangelo Varrecchia. “La consigliera ha richiesto lo screening per tutti i tagliandi parcheggio disabili e noi abbiamo riconfermato, dopo ben 5 anni, che tale sistema è l’unico rimedio possibile alla “truffa ai danni dei veri disabili e del Comune di Avellino”. Ci permettiamo ricordare che dal 15 di Settembre 2012  è entrato in vigore il nuovo  “Contrassegno di parcheggio per disabili”  adeguato alla raccomandazione del Consiglio dell’Unione Europea n° 98/376/CE del 4 giugno 1998.
Contemporaneamente – proseguono – è stato  modificato il nostro Codice della Strada per quanto riguarda le norme che regolano la circolazione e il parcheggio dei veicoli destinati all’utilizzo da parte di persone con mobilità ridotta o nulla. Dunque con l’approvazione del D.P.R. 30 luglio 2012, n. 151 anche la gestione del CUDE – Contrassegno Unificato Disabili Europeo – può finalmente beneficiare della tecnologia RFID. Il decreto, infatti, introduce la possibilità di dotare il CUDE di un chip elettronico con l’obiettivo di impedire qualsiasi attività di falsificazione: niente più accessi indebiti alla ZTL e niente più parcheggi abusivi nelle strisce blu a pagamento e negli stalli riservati ai disabili.
I vantaggi dell’RFID applicata alla gestione e al controllo della mobilità e della permessistica saranno, in primis, la riduzione delle spese per il comune di Avellino e servizi di mobilità efficienti e accessibili per tutti i cittadini.
Un contrassegno dotato di tag RFID è un semplice passo verso una città più smart che consenta a tutti i cittadini diversamente abili di accedere senza barriere, ma nel rispetto delle normative, alle future aree ZTL di Avellino e agli stalli di sosta riservati”.

Ultimi Articoli

Attualità

Covid in Irpinia: 72 casi. 9 ad Avellino

26 Novembre 2021 0

‘Azienda Sanitaria Locale comunica su 1.069 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 72 persone: – 2, residenti nel comune di Aiello del Sabato; – 4, residenti nel comune di Altavilla Irpina; – 2, residenti […]