Ospedale Landolfi, l’Usb indice assemblea con il personale

Sanità pubblica in Irpinia al collasso e l’Unione sindacale di base (Usb) indice un’assemblea di tutto il personale del Presidio Ospedaliero Landolfi di Solofra. L’incontro si terrà presso l’aula magna dell’ospedale solofrano lunedì 31 marzo 2014, alle ore 12.00. All’assemblea parteciperanno il segretario aziendale Usb dell’Asl Avellino, Sergio Di Lauro, il segretario provinciale del sindacato, Edoardo Barbato, e il segretario regionale Usb, Vito Storniello. …

Sanità pubblica in Irpinia al collasso e l’Unione sindacale di base (Usb) indice un’assemblea di tutto il personale del Presidio Ospedaliero Landolfi di Solofra. L’incontro si terrà presso l’aula magna dell’ospedale solofrano lunedì 31 marzo 2014, alle ore 12.00. All’assemblea parteciperanno il segretario aziendale Usb dell’Asl Avellino, Sergio Di Lauro, il segretario provinciale del sindacato, Edoardo Barbato, e il segretario regionale Usb, Vito Storniello.
“E’ da tempo – ha dichiarato Sergio Di Lauro – che la sanità pubblica in Italia viene bersagliata da provvedimenti restrittivi, che oltre a penalizzare fortemente tutti i cittadini più bisognosi, mette a repentaglio la tranquillità professionale di tutti coloro che, con spirito di abnegazione, permettono di soddisfare l’utenza, senza tener conto dello stress psicofisico a cui gli stessi sono sottoposti. Questi provvedimenti, a nostro parere, rientrano in un disegno che sta mettendo in ginocchio tutta l’organizzazione sanitaria del nostro paese e che mira all’abbattimento di ulteriori posti di lavoro. Tale condizione negativa è maggiormente riscontrabile nelle Regioni sottoposte a piano di rientro”.
Per quanto riguarda, poi, la situazione specifica dell’Asl Avellino, il segretario Di Lauro ha così risposto a quanto espresso dal direttore generale in merito alla non mancanza di personale: “In considerazione di quanto dichiarato recentemente alla stampa da parte del direttore generale dell’Asl Avellino, l’ingegnere Florio, il quale afferma che non vi è una mancanza di personale nelle strutture territoriali, l’Usb è pronta a contestare tali affermazioni in ogni sede. Basta osservare i turni di lavoro del personale del comparto del presidio ospedaliero di Solofra, dove i coordinatori non sempre riescono a redigere i turni per tutto il mese, anzi sono costretti a modificare gli stessi turni più volte per la gravissima carenza di personale, e spesso i turni raggiungono le 18 ore consecutive. Senza dimenticare, sempre a Solofra, le pochissime risorse umane nel settore dirigenziale attribuite ai direttori dell’anestesiologia, dell’ortopedia e della chirurgia. Situazione non diversa al presidio ospedaliero di Ariano Irpino, dove unità infermieristiche raggiungono anche i 10 turni notturni nell’arco di un mese”.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]