L’ordine architetti al Comune: andate a fare il…cubo

Il Consiglio dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Avellino lo dice a chiare lettere: andate a rifare quel cubo. Con un comunicato viene sottolineato che l’Ordine “non può esimersi dall’esprimere il proprio disappunto e le proprie perplessità sulla struttura in cemento armato realizzata in Piazza Libertà per consentire l’accesso ai servizi igienici sotterranei.
Meraviglia quanto affermato sulla stampa dal Sindaco Foti a giustificazione di tale intervento: “Questo tip…


Il Consiglio dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Avellino lo dice a chiare lettere: andate a rifare quel cubo. Con un comunicato viene sottolineato che l’Ordine “non può esimersi dall’esprimere il proprio disappunto e le proprie perplessità sulla struttura in cemento armato realizzata in Piazza Libertà per consentire l’accesso ai servizi igienici sotterranei.
Meraviglia quanto affermato sulla stampa dal Sindaco Foti a giustificazione di tale intervento: “Questo tipo di struttura è stata suggerita dalla Soprintendenza che sorveglia dal punto di vista storico paesaggistico tutta Piazza Libertà”, quasi a scaricare le responsabilità della scelta alla Soprintendenza che ad oggi non si è ancora espressa su tale affermazione.
Prosegue il comunicato: “La realizzazione della struttura si limita a rispondere esclusivamente a requisiti di tipo tecnico‐funzionali,trascurando gli aspetti di qualità architettonica, di creatività e di integrazione con il contesto, requisiti, questi, non derogabili in uno spazio pubblico, quello della Piazza, che più che “progettato” sembra essersi ridotto ad un mero intervento di sistemazione e ripavimentazione.
Quanto realizzato, a parere di questo Consiglio, rappresenta il fallimento degli obiettivi dichiarati dal Sindaco: “Una piazza, soprattutto la piazza più importante della città, è il luogo in cui una comunità deve potersi rispecchiare e riconoscere, ritrovando di volta in volta le ragioni della propria appartenenza ad un territorio. E questo è il ruolo che la nostra Amministrazione auspica per il futuro di Piazza Libertà: uno spazio pubblico rinnovato, dove chiunque possa sentirsi a casa e dove ogni cittadino possa liberamente sperimentare la propria appartenenza alla comunità di cui fa parte” riportati nella Pubblicazione del dicembre 2013, in occasione del concorso di progettazione.
“Questo Consiglio – conclude il documento – uspica che quanto verificatosi possa determinare un’inversione di tendenza che porti ad una trasformazione del territorio attraverso un processo di partecipazione e condivisione”.
In sintesi: quel cubo così non va. E si invita il Comune a modificare la struttura che rappresenta un cubo (pardon, dito) nell’occhio.

Ultimi Articoli

Top News

Renzi “Il coprifuoco va tolto, non serve più”

6 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il coprifuoco va tolto perchè non serve più, perchè ogni giorno mezzo milione di persone si vaccina a fronte di 10mila contagiati. Va tolto del tutto. Se va ancora tenuto, direi al limite fino a mezzanotte”. A dirlo il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, a “Dritto e Rovescio” su Rete4.“Ora la […]

[…]

Top News

Giustizia, Salvini “Raccoglieremo firme con i radicali per referendum”

6 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Questo Parlamento con Pd e 5Stelle non farà mai una riforma della giustizia. Per questo stiamo organizzando con il Partito Radicale una raccolta di firme per alcuni questiti referendari”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini nel corso della registrazione di Porta a Porta.La mia posizione sul coprifuoco? “Penso che si […]

[…]

Top News

Giochi, Schiavolin (Snaitech) “Sostenibilità driver di innovazione”

6 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Salutiamo con grande favore i numerosi messaggi di approvazione che ci sono pervenuti a vario titolo per l’adesione di Snaitech all’United Nations Global Compact, la più grande iniziativa a livello mondiale per la sostenibilità del business. Si tratta di un importante progetto che rappresenta solo una parte dell’impegno che da anni ci […]

[…]

Top News

Spari contro peschereccio italiano in Libia, ferito il comandante

6 Maggio 2021 0
MAZARA DEL VALLO (TRAPANI) (ITALPRESS) – Il comandante del peschereccio Aliseo della marineria di Mazara del Vallo, Giuseppe Giacalone, è stato ferito da colpi di arma da fuoco esplosi dalla Guardia costiera libica al largo delle coste di Misurata. Una raffica di spari ha colpito il comandante che adesso è ferito, in condizioni ancora da […]

[…]