Legalità in città, la denuncia del comandante dei vigili

Legalità in città. Il comandante dei vigili urbani di Avellino, Fabrizio Picariello, parla dei troppi furbi presenti in città e dichiara: “Non ci dovrebbero essere furbi a governare la città ma un’amministrazione forte capace di portare avanti un progetto serio per il rilancio di questa città. Mi è capitato spesso di subire pressioni dall’alto. Se si dovessero riproporre episodi simili sono pronto anche alle dimissioni”. Dure dunque la parole di Picariello che presto terrà anche una conferenza stampa dove sarebbe disposto a dire i nomi di coloro che hanno tentato di minare il ripristino della legalità. Il comandante poi parla dei tre casi emblematici in città, il traffico della città ospedaliera, gli abusivi e le multe, e spiega: “Non sono andate giù a qualcuno delle mie osservazioni sul piano traffico così come le operazioni di sgombero non sono state semplici. Per non parlare delle multe. Sono sempre di più le richieste che mi pervengono per annullare sanzioni elevate dai miei uomini”. Infine lancia un’appello: “Invito gli amministratori a tenere un comportamento serio e maturo, non tanto dal punto di vista etico e morale ma soprattutto dal punto di vista di collaborazione con noi”.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]