Immigrati, De Lieto: “E’ impensabile continuare su questa strada”

“Oramai sono migliaia, ogni giorno, barche, barchette, gommoni, tutti i mezzi sono buoni per arrivare in quello che erroneamente molti, disperati e non, soprattutto dall’Africa, credono essere l’Eldorado. Tanti scappano dalla fame, per la voglia di un futuro miglior. Una parte, minoritaria, proviene, come accertano le apposite Commissioni, da territori teatro di guerre e di violenze, Ogni barcone che si soccorre, ogni notizia di nostre navi, chiamate da scafisti o dagli stessi migranti, clan…

“Oramai sono migliaia, ogni giorno, barche, barchette, gommoni, tutti i mezzi sono buoni per arrivare in quello che erroneamente molti, disperati e non, soprattutto dall’Africa, credono essere l’Eldorado. Tanti scappano dalla fame, per la voglia di un futuro miglior. Una parte, minoritaria, proviene, come accertano le apposite Commissioni, da territori teatro di guerre e di violenze, Ogni barcone che si soccorre, ogni notizia di nostre navi, chiamate da scafisti o dagli stessi migranti, clandestini e non, impegnate in operazione di soccorso o di trasbordo, sono il segnale che in Italia “si può”, è tutto facile: accoglienza, albergo, vestiario cibo, persino la “mancetta” giornaliera e la scheda telefonica. In sintesi, vi è un tam-tam, che non da l’immagine del nostro Paese, per quello che è: solo, in difficoltà, sempre più in difficoltà, nell’affrontare un problema epocale che si sta trasformando, giorno dopo giorno, in un esodo, sempre più massiccio, incontrollabile, che è diventato, bisogna avere il coraggio di dirlo, una vera e propria invasione. L’Europa egoista ed arrogante, pronta a bacchettare ed a dare lezioni, ha lasciato praticamente solo il nostro Paese, ad affrontare il problema. Ridicolo poi, il contributo economico dei 28 Paesi Europeo, pari all’impegno economico della sola Italia, nell’operazione “Mare nostrum”. Il Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.) – ha dichiarato il Presidente Nazionale Antonio de Lieto – si chiede, sino a quando potremo continuare ad accogliere, clandestini e profughi, in numero sempre più massiccio e se il Governo – ha continuato de Lieto – si rende conto delle conseguenze sociali che provoca questa “invasione”. Uomini, donne, bambini, anziani, a cui bisogna dare risposte, non solo oggi, ma nell’immediato futuro, per quanto concerne il lavoro, la casa, la sanità, l’istruzione ecc. . Tutto questo mentre milioni di italiani, non hanno un lavoro, la disoccupazione giovanile è al 43%, in tanti non hanno o hanno perso la casa e vivono sotto i ponti o in macchina ecc.. E’ necessario – ha concluso de Lieto – essere determinati ed attuare un blocco delle nostre frontiere, aiuti nei Paesi in difficoltà e che l’Europa e l’NU, facciano veramente la loro parte. E’ impensabile e assurdo, continuare su questa strada”.

Ultimi Articoli

Calcio Avellino

Avellino, il Bari scappa: devi solo vincere

27 Novembre 2021 0

E dopo che il Bari capolista non è scivolato sulla buccia di banana, regolando il Latina al San Nicola e portandosi a +12 sui Lupi, per l’Avellino quello che era già imperativo diventa inevitabilmente categorico: […]

Attualità

Covid in Irpinia: 39 positivi

27 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica che su 822 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 39 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 5, residenti nel comune di Ariano Irpino; – 6, residenti […]

Aiello del Sabato

Violazioni in materia di armi: denunciati padre e figlio

27 Novembre 2021 0

I Carabinieri della Stazione di Aiello del Sabato, nell’ambito dei servizi finalizzati al controllo del rispetto della normativa in materia di armi e munizioni ai sensi del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, hanno […]

Attualità

Covid in Irpinia: 72 casi. 9 ad Avellino

26 Novembre 2021 0

‘Azienda Sanitaria Locale comunica su 1.069 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 72 persone: – 2, residenti nel comune di Aiello del Sabato; – 4, residenti nel comune di Altavilla Irpina; – 2, residenti […]