Gli assessori di Galasso a Fierro: “La città è con noi”

“Gli assessori in carica al comune di Avellino intendono esprimere il proprio disappunto, di fronte a giudizi espressi negli ultimi giorni, in maniera del tutto incomprensibile, da esponenti del Partito Democratico. L’intera amministrazione è quotidianamente impegnata nella risoluzione dei problemi, offrendo, ad un tempo, soluzioni di qualità che stanno ricevendo il gradimento della cittadinanza”. E’ quanto scrivono in una nota gli esponenti della giunta Galasso che replicano così alle accuse che sono arrivate da Lucio Fierro e dall’area Bersani. “Respingiamo al mittente ogni illazione, in quanto sono i fatti che testimoniano la bontà dell’operato dell’amministrazione presieduta dal sindaco Galasso – aggiungono – i risultati ottenuti dal primo cittadino, salito all’8 posto nel gradimento nazionale dei sindaci, i lusinghieri risultati raggiunti in tema ambientale, posti in risalto finanche da esponenti leghisti, l’attenzione crescente verso la città capoluogo da parte dei media nazionali, testimoniano che il lavoro svolto quotidianamente e con grande abnegazione, offre un’immagine della città sempre migliore, in tema di qualità della vita e di servizi offerti ai cittadini”. “Malgrado l’esiguità delle risorse, l’ostracismo del Governo regionale, i tagli del Governo Nazionale, il Comune di Avellino – continuano gli assessori di Galasso – sta offrendo, dopo la stagione delle grandi opere, attenzione incessante verso il quotidiano e il miglioramento della qualità della vita. A tutti coloro che si esercitano in atteggiamenti denigratori, dichiariamo di essere pronti a confrontarci sulle problematiche, facendo presente che ogni assessore è quotidianamente impegnato nel dare risposte ai cittadini di Avellino. Si precisa, inoltre, che tutti i consiglieri comunali dialogano quotidianamente con ogni esponente della Giunta, facendosi carico di richieste e segnalazioni che vengono prontamente considerate ed evase”. Infine il passaggio sulla questione morale: “Solo illazioni – concludono gli assessori – appare davvero singolare che l’amministrazione in carica riceva grande apprezzamento a livello nazionale e sia costretta a sottostare al fuoco amico di chi continua a compiacersi di un gioco al massacro, senza comprendere che la gente di Avellino si identifica sempre più nell’amministrazione comunale e nel sindaco Galasso e sempre meno in partiti che continuano a non fare sintesi, dopo aver abdicato alla propria funzione propositiva, in termini di idee e progettualità”.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]