Emergenza fluviale, i volontari puliscono le sponde del Sele

L’EMERGENZA – Inquinamento e siccità. I fiumi irpini da anni convivono con queste due piaghe. E da tempo gli ambientalisti più convinti si battono per tenere desta l’attenzione sul degrado dei corsi d’acqua ridotti a pattumiere o a pietraie maleodoranti. La situazione più nota è quella del Calore alle prese con la secca. Ma a giorni i volontari inizieranno a ripulire anche le sponde del Sele trasformate in discariche a cielo aperto. La mancanza di controlli e l’assoluta indifferenza verso l’ambiente ha ridotto i fiumi a sversatoi. Pertanto la mobilitazione in favore dei fiumi-cloaca riparte dal Sele e proseguirà con il Calore, grande malato.

Ultimi Articoli

Top News

Coni, Malagò “Presenterò il mio programma al consiglio elettivo”

7 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “I candidati avranno uno spazio dedicato ai programmi nel giorno delle elezioni. Io racconterò per bene i miei desideri e quello che cercherò di fare in caso di rielezione ai colleghi del consiglio nazionale. Ci ho lavorato molto e penso sia importante che lo sentano per primi, così avranno un giudizio su […]

[…]

Top News

Vaccini, Fedriga “Lavoriamo alla seconda dose in vacanza”

7 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Stiamo vedendo se è possibile organizzare anche la possibilità di fare la seconda dose in vacanza. Ci stiamo lavorando, vediamo se riusciamo a raggiungere una soluzione fattibile”. Lo ha detto Massimiliano Fedriga, presidente della Conferenza delle Regioni e del Friuli Venezia Giulia, a Sky Tg24.“La Conferenza delle Regioni – ha poi spiegato […]

[…]