D’acunto: Voucher ed appalti, mettiamo da parte il lavoro precario

SOLOFRA – Il bus per i “2 si” ai quesiti referendari promossi dalla Cgil ha questa mattina fatto tappa a Solofra. Una occasione per ribadire la necessità di un sostegno forte da parte dei lavoratori rispetto all’abrogazione dei buoni lavoro, comunemente detti voucher e per il ripristino della piena responsabilità solidale in materia di appalti. Volantini informativi sono stati distribuiti davanti alle maggiori aziende del territorio. E proprio parlando di responsabilità solidale in materia di ap…

SOLOFRA – Il bus per i “2 si” ai quesiti referendari promossi dalla Cgil ha questa mattina fatto tappa a Solofra. Una occasione per ribadire la necessità di un sostegno forte da parte dei lavoratori rispetto all’abrogazione dei buoni lavoro, comunemente detti voucher e per il ripristino della piena responsabilità solidale in materia di appalti. Volantini informativi sono stati distribuiti davanti alle maggiori aziende del territorio. E proprio parlando di responsabilità solidale in materia di appalti Marco D’Acunto segretario della Funzione pubblica Cgil ha auspicato un cambio di passo a tutela del sistema sanitario irpino, pubblico e convenzionato. “C’è grandissimo fermento, ha spiegato, nel settore della sanità convenzionata che ci preoccupa con disdette di contratti nazionali, difficoltà nel pagamento degli stipendi ma anche con una richiesta che viene dal sindacato per una maggiore trasparenza nella vicenda degli accreditamenti. La sanità pubblica non sta meglio abbiamo l’azienda sanitaria in grandissima difficoltà per il blocco del turn-over, certamente, ma anche per una programmazione che stenda a decollare”. Ed ancora. “Anche in sanità si lavora con appalti che vanno controllati e soprattutto con aziende che non sono in grado di pagare gli stipendi ai lavoratori, con gare d’appalto al massimo ribasso. I due referendum promossi dalla Cgil vogliono abrogare il lavoro precario creato attraverso i voucher. Vogliono abrogare anche la irresponsabilità delle aziende negli appalti. C’è un datore di lavoro pubblico, nel caso della sanità, che non può non controllare cosa fanno i privati”.

Ultimi Articoli

Top News

Ad aprile l’inflazione accelera

17 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Ad aprile l’Istat stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registri un aumento dello 0,4% su base mensile e dell’1,1% su base annua (da +0,8% di marzo), confermando la stima preliminare. L’accelerazione su base annua dell’inflazione si deve essenzialmente ai prezzi dei Beni […]

[…]

Top News

Omofobia, Mattarella “La violenza spinge verso il fanatismo”

17 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “La Giornata internazionale contro l’omofobia, la transfobia e la bifobia è l’occasione per ribadire il rifiuto assoluto di ogni forma di discriminazione e di intolleranza e, dunque, per riaffermare la centralità del principio di uguaglianza sancito dalla nostra Costituzione e dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea”. Lo afferma in una nota […]

[…]

Top News

Carfagna “Nessuno farà cadere il Governo, le riforme sono necessarie”

17 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Le riforme sono “indispensabili” e gli scontri nella maggioranza non metteranno a rischio la tenuta del governo, perchè nessuno avrà “il coraggio” di fare cadere Mario Draghi. Lo afferma Mara Carfagna, ministra per il Sud e la Coesione territoriale, in un’intervista al Corriere della Sera.“Senza riforme il Recovery plan semplicemente non esisterebbe: […]

[…]

Top News

Milan fermato dal Cagliari, lotta Champions serrata

16 Maggio 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Il Milan fallisce il primo match point per la qualificazione alla prossima Champions League. Contro un Cagliari, già matematicamente salvo da alcune ore ma per nulla intenzionato a fare da sparring partner, la squadra di Pioli non va oltre uno scialbo 0-0 al Meazza, rischiando peraltro di perdere (rossoneri salvati da Donnarumma). […]

[…]