Coronavirus, effettuati 554 test rapidi su soggetti a rischio: 14 positivi al tampone

L’Asl di Avellino ha comunicato che, dal 7 al 27 aprile, sono 554 le persone raggiunte nelle proprie abitazioni dai giovani medici delle quattro Unità Mobili attive sul territorio provinciale.

Sono “contatti stretti” di soggetti già positivi al Covid-19, raggiunti a domicilio e sottoposti a visita di controllo e test rapido.

Su 554 test rapidi eseguiti, sono risultate positive 92 persone sottoposte successivamente a tampone naso-faringeo.

Di questi 92, 14 sono risultati positivi, 60 negativi, mentre 26 sono in attesa del risultato.

Ultimi Articoli

Top News

Aeroporti, nel 2020 passeggeri in calo del 72,5%

20 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Sono stati 52.759.724 i passeggeri transitati negli aeroporti italiani nel 2020, tra traffico nazionale e internazionale, con un decremento rispetto al 2019 del -72,5%. Il traffico nazionale, con i suoi 25 milioni di passeggeri ha registrato una diminuzione più moderata, -61,1%, rispetto al traffico internazionale, -78,3%, con un totale di circa 27.700.000 […]

[…]

Top News

A rischio usura 40 mila imprese, il Sud l’area più esposta

20 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Gli effetti del Covid sono stati “devastanti per il mondo delle imprese. In assenza di adeguati sostegni e di un preciso piano di riaperture, rischiano la definitiva chiusura 300mila imprese del commercio non alimentare e dei servizi, di cui circa 240mila esclusivamente a causa della pandemia. Le difficoltà economiche per le imprese […]

[…]

Top News

Centri commerciali “Consentire le riaperture nei weekend”

20 Aprile 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – “Permettere a tutti i punti vendita presenti in centri, parchi e gallerie commerciali di riprendere la completa attività, ripristinando l’apertura anche nei fine settimana, nel rispetto dei protocolli di sicurezza”. Questa la richiesta unanime delle associazioni del commercio, ANCC-Coop, ANCD-Conad, Confcommercio, Confimprese, CNCC-Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali e Federdistribuzione posta all’attenzione del […]

[…]