Coronavirus, De Luca: “La Campania fuori dall’emergenza entro metà maggio”

Screening sul territorio, test rapidi e luce in fondo al tunnel tra un mese. Vincenzo De Luca ha confermato l’impossibilità di sottoporre a controlli l’intera popolazione campana (“è una stupidaggine e poi il test sierologico non è stato validato dall’Istituto Superiore di Sanità”) e il suo diniego ai test rapidi: “Ci sono state realtà locali che si sono avventurate nello sviluppo di test rapidi senza nessuna credibilità sanitaria. Quando si procede così ci si carica anche di responsabilità penali. Muoviamoci in maniera ordinata e scientificamente seria. Il contagio si combatte col rigore nei comportamenti e col distanziamento sociale, non con i tamponi a tappeto”.

Sui controlli nelle Rsa e le mascherine: “Puntiamo a moltiplicare i test tampone nelle strutture pubbliche, daremo priorità ai familiari dei cittadini in isolamento domiciliare e al personale sanitario. Rifaremo gli screening nelle Rsa e lo estenderemo alle Forze dell’Ordine, alle fasce deboli e a coloro che vogliono riprendere le attività produttiva. Ad oggi sono stati effettuati 43mila i tamponi, quadruplicando il loro numero nel giro di una settimana. Distribuiremo 3 milioni di mascherine, cominciando dalle farmacie, poi con i medici di medicina generale. Tramite Poste Italiane invieremo 2 mascherine a famiglia e obbligheremo tutti a indossarle. Entro il 3 maggio saranno in vendita in supermercati e tabaccherie a prezzi popolari“.

Sulle strutture ospedaliere: “Lavoriamo a strutture dedicate totalmente ai Covid-19. Siamo quasi pronti con gli ospedali mobili a Napoli, Salerno e Caserta. Il bisogno di Terapia Intensiva è diminuito, utilizzeremo queste strutture accogliendo i pazienti Covid19 liberando gli ospedali. Non commetteremo gli errori di Milano”.

Sul cibo a domicilio e le librerie: “Lo abbiamo vietato non per partito preso, era complicato lavorare in condizione di sicurezza. Abbiamo supportato le attività con 2000 euro. Stiamo ragionando sullo sblocco delle consegne a domicilio. Le librerie possono essere luoghi di aggregazione non controllata, basterebbe sfogliare lo stesso libro per favorire il contagio”.

Poi una previsione sulla fine del contagio: “Nell’ultima settimana l’andamento del contagio è tranquillizzante. Se manteniamo comportamenti corretti, la Campania a metà maggio sarà fuori dall’emergenza Coronavirus. In alcuni territori stiamo uscendo dalle zone rosse. Ad Ariano Irpino abbiamo avuto situazioni difficili e qualche problema, l’ASL ha lavorato nel complesso in maniera seria. Anche Ariano è vicina al superamento della zona rossa“.

Ultimi Articoli

Attualità in Irpinia

Covid, 14 positivi in Irpinia: 3 a Solofra

28 Ottobre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 505 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 14 persone: 1, residente nel comune di Avellino;2, residenti nel comune di Baiano;1, residente nel comune di Bisaccia;1, residente nel comune di […]

Top News

Fieracavalli 2021, a Verona doppio weekend di passione equestre

28 Ottobre 2021 0
VERONA (ITALPRESS) – Fieracavalli al galoppo verso la 123^ edizione. Il più importante salone internazionale dedicato al mondo equestre torna in presenza a Veronafiere, con un nuovo format su due fine settimana consecutivi di novembre: da giovedì 4 a domenica 7 e da venerdì 12 a domenica 14.In fiera saranno presenti 3.000 cavalli di 60 […]

[…]

Top News

Ddl Zan, Renzi “Disastro politico per totale incapacità del Pd”

28 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Sul DDL Zan si è consumato un disastro politico, gestito con totale incapacità dal PD di Enrico Letta, che prima ha fatto un’apertura in TV e poi ha deciso di andare al muro contro muro, giocando una partita ideologica sulla pelle delle persone. E naturalmente perdendola, come era chiaro per tutti quelli […]

[…]

Top News

Ddl Zan, Letta “Rottura a tutto campo con Italia Viva e Forza Italia”

28 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Ieri si è sancita una rottura, anche di fiducia, a tutto campo, con Italia Viva. Ma il ragionamento riguarda anche la parte che ha votato contro” il ddl Zan. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, ai microfoni di Radio Immagina.“Forza Italia è nel Partito Popolare Europeo o sta con […]

[…]

Top News

Gruppo Cap, i depuratori pubblici saranno trasformati in bioraffinerie

28 Ottobre 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Trasformare i depuratori pubblici esistenti in bioraffinerie. E’ questo il piano con il quale il Gruppo Cap, gestore del servizio idrico integrato della Città Metropolitana di Milano, si è presentato alla 25esima edizione di Ecomondo, l’evento di riferimento per la transizione energetica in programma alla Fiera di Rimini. Dalla linearità alla circolarità, […]

[…]