Coronavirus, De Luca ha firmato l’ordinanza: ecco le regole per chi va in spiaggia

Il presidente Vincenzo De Luca ha firmato l’ordinanza numero 50 che regolamenta l’attività balneare, a partire da oggi, 23 maggio.

Nei lidi ogni ombrellone dovrà avere uno spazio di almeno 10 metri quadri e dovrà essere rispettata la distanza di almeno un metro e mezzo tra un lettino e l’ombrellone più vicino.

Si potrà usufruire dei lidi solo previa prenotazione. Sarà compito del gestore demarcare la distanza tra gli ombrelloni e registrare i clienti al momento dell’arrivo in spiaggia.

I dati raccolti verranno archiviati e conservati per almeno 14 giorni, nel caso in cui dovessero esserci positività. Il motivo per cui a chi soggiorna per più di un giorno verrà consegnata la stessa postazione in spiaggia, rigorosamente sanificata ogni giorno.

All’ingresso si potrà procedere alla misurazione della temperatura corporea.

Per quanto riguarda il servizio bar e ristorazione funzionerà soltanto su consegna e su ordinazione.

Sono vietati balli di gruppo, degustazioni a buffet e qualsiasi altra attività che provocherebbe assembramenti. Possibili gli sport individuali.

Massima attenzione ai più piccoli. Sara compito dei genitori vigilare sul distanziamento sociale.

Per ciò che concerne le spiagge libere toccherà ai comuni garantire la vigilanza o affidare gli spazi a privati che possano far rispettare l’afflusso di gente e il distanziamento sociale.

Ultimi Articoli