Contributi sicurezza sul lavoro, Cna: no a gare telematiche

Dura presa di posizione della CNA di Avellino in occasione dell’apertura del 12 gennaio 2011 del bando Inail 2010 per aggiudicarsi i contributi per investimenti in materia di sicurezza sul lavoro. Pur apprezzando la scelta che tende ad incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro, il Responsabile delle politiche per il credito della CNA di Avellino, Gaetano Ricciardelli, contesta la formula che condiziona l’ottenimento delle risorse alla velocità con cui si pigia un tasto del computer. “Le competizioni telematiche – afferma Ricciardelli – continuano a deludere gli imprenditori e sono una modalità inadeguata per accedere alle risorse pubbliche. Non si può trasformare il diritto di accesso ai finanziamenti in una gara legata alla pura casualità. Questa formula ha già dimostrato chiari limiti in numerose occasioni e numerosi problemi sono stati riscontrati nella giornata di ieri, dove in pochi minuti sono stati assorbiti i 60 milioni messi a disposizione. Questa procedura – conclude Ricciardelli – appare, pertanto, inadeguata e va sostituita con modalità che consentano di eliminare disparità di trattamento tra imprese”.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]