Case popolari, Regione sospende i fondi: insorge il sindacato

Si è tenuto questa mattina l’incontro delle Organizzazioni sindacali dell’Inquilinato UNIAT – SICET e CGIL-CASA con il Commissario Straordinario ed il Direttore IACP di Avellino per un esame delle attività di manutenzione ordinaria e straordinaria al patrimonio abitativo pubblico dell’Ente nella provincia. Si è preso atto – scrivono i sindacati – dell’assurda decisione della regione Campania di sospendere l’erogazione del 50% dei fondi necessari a finanziare il piano di manutenzione da 12 milioni di Euro bloccando, di fatto, i cantieri attualmente in corso e non rispondendo alle aspettative di migliaia di assegnatari che attendono con ansia il completamento dei lavori ai fabbricati IACP. Incomprensibile l’atteggiamento della Regione che, dopo la decisione dell’allora Governatore Bassolino di sottrarre 500 milioni /Euro all’edilizia residenziale pubblica, attesta un’altra batosta al comparto producendo blocco dei cantieri, sospensione delle gare d’appalto, contenzioso con le Imprese e danni agli assegnatari ed al patrimonio. Nonostante l’impegno del Commissario Straordinario che avrebbe ricevuto assicurazioni per lo sblocco di 2 milioni (facenti parte dei 6 milioni bloccati), non siamo assolutamente fiduciosi nella sensibilità della Regione verso le questioni vere del territorio e l’emergenza che attanaglia cittadini, utenti e lavoratori. Il blocco degli interventi di manutenzione porterà, infatti, disagi proprio a chi vive all’interno di strutture popolari, in molti casi già in pessime condizioni per l’impossibilità di intervenire sugli impianti interni e sulle strutture condominiali. La continuità dei lavori e gli altri appalti programmati potevano essere un’occasione di occupazione nel settore dell’edilizia, ormai completamente al collasso. E’ necessario un immediato intervento del Presidente Caldoro per sbloccare immediatamente i fondi necessari al completamento del progetto di manutenzione straordinaria e per garantire le risorse necessarie a riscontrare le richieste di manutenzione ordinaria degli assegnatari IACP. Le segreterie provinciali hanno attivato le proprie strutture regionali per programmare incontri con i responsabili regionali e per sostenere tali interventi diplomatici con la lotta e la mobilitazione degli interessati, che vedono stravolte le regole fissate dalla legge regionale e dai regolamenti definiti a livello locale. Sarà sollecitato un intervento del Sig. Prefetto e dei Consiglieri regionali irpini per un fattivo sostegno istituzionale e politico alle rivendicazioni degli assegnatari e delle Organizzazioni sindacali dell’Inquilinato”.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]