Bubbico: “Impedire che le imprese si rivolgano agli usurai”

AVELLINO – E’ stato presentato stamane in Prefettura, alla presenza del viceministro all’Interno Filippo Bubbico, l’iniziativa denominata Sportello “SOS Giustizia – Servizio di ascolto e assistenza agli imprenditori”. Il servizio offre un sostegno concreto alle vittime o alle potenziali vittime dell’usura e del racket delle estorsioni, oltre che un accompagnamento ai familiari delle vittime di mafia nella burocrazia amministrativa e nella complessa legislazione in materia, fino all’affian…

AVELLINO – E’ stato presentato stamane in Prefettura, alla presenza del viceministro all’Interno Filippo Bubbico, l’iniziativa denominata Sportello “SOS Giustizia – Servizio di ascolto e assistenza agli imprenditori”. Il servizio offre un sostegno concreto alle vittime o alle potenziali vittime dell’usura e del racket delle estorsioni, oltre che un accompagnamento ai familiari delle vittime di mafia nella burocrazia amministrativa e nella complessa legislazione in materia, fino all’affiancamento nel difficile percorso della denuncia da parte dei testimoni di giustizia. Oltre al vice di Alfano, erano presenti all’incontro, il Prefetto Carlo Sessa, il Presidente dell’ente camerale, Costantino Capone e don Marcello Cozzi, in qualità di Vice Presidente di “Libera, Associazioni, Nomi e Numeri contro le Mafie”. Presenti in sala il procuratore Rosario Cantelmo, il Questore di Avellino Maurizio Ficarra, il comandante provinciale di Avellino Giovanni Adinolfi, il comandante delle Fiamme Gialle Costantino Catalano, i parlamentari irpini Cosimo Sibilia, Giancarlo Giordano, Angelo D’Agostino, Valentina Paris e l’ex senatore Enzo De Luca, i deputati regionali Pietro Foglia e Rosetta D’Amelio. “A causa della crisi, – ha affermato Bubbico – spesso le imprese che perdono le proprie credenziali di fronte alle banche sono destinate al mercato illegale del credito. Noi dobbiamo agire affinché questo non avvenga”. Oltre a complimentarsi con il Procuratore Capo della Repubblica di Avellino Rosario Cantelmo, per il lavoro che sta svolgendo al servizio della legalità, il viceministro ha voluto replicare alle dichiarazione fatte dal Movimento 5 Stelle che aveva definito inopportuna la sua presenza alla presentazione dello Sportello SOS Giustizia, perchè rinviato a giudizio per abuso d’ufficio. “Resta legittimo il giudizio delle parti politiche, ma ciò che sento è il dovere di esercitare la mia funzione istituzionale al servizio della comunità. Ho rinunciato alla prescrizione pur essendo il reato prescritto; la magistratura farà il suo corso e ne trarremo le conseguenze”.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]