Avellino, il Capitano Pietro Laghezza nuovo Comandante del Nucleo Investigativo

Il Capitano Pietro Laghezza subentra, come Comandante del Nucleo Investigativo di Avellino, al Capitano Quintino Russo che dopo quattro anni ha lasciato l’Irpinia per assumere l’incarico di Comandante della Compagnia Carabinieri di Massafra.

Di origini brindisine, 43 anni, sposato e padre di due figlie, Pietro Laghezza ha intrapreso la carriera nell’Arma nel 2003.

Laureato in Giurisprudenza, terminato il Corso Applicativo presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma, ha ricoperto incarichi di comando presso l’11° Battaglione Carabinieri Puglia, il Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Taranto e, prima di approdare in Irpinia, presso la Compagnia di Saronno, ricevendo numerosi attestati di stima e benemerenze.

Ultimi Articoli

Top News

Proteste anti Covid da Milano a Napoli, da Torino a Trieste

27 Ottobre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Proteste anti Covid da Milano a Napoli, da Torino a Trieste. Ristoratori, barman, piccoli artigiani ma anche rappresentanti del mondo della danza, dello spettacolo e dell’animazione sono scesi in piazza per manifestare il loro disappunto contro gli ultimi provvedimenti adottari per contrastare la pandemia. A Milano due persone sono state fermate dalla […]

[…]

No Picture
Top News

Picone positivo al Covid, Striscia lo sostituisce con Militello

26 Ottobre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Valentino Picone è risultato positivo al Covid-19. E’ quanto si legge sugli account social di Striscia la notizia: “Stasera dietro al bancone di Striscia ci sarà l’inedita coppia formata da Salvo Ficarra e Cristiano Militello. Valentino Picone, risultato positivo al test sierologico rapido e in attesa dell’esito del test molecolare, seguirà la […]

[…]

Top News

Mandelli (Fofi) “Mancanza vaccini antinfluenzali in farmacia va risolta”

26 Ottobre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – “La situazione è diventata drammatica e rivolgo un appello al Presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, a tutti Presidenti e agli Assessori alla sanità perchè non si attenda oltre a fornire alle farmacie i vaccini antinfluenzali destinati alla popolazione attiva, almeno nelle quantità previste nell’intesa approvata lo scorso 14 settembre”. Lo […]

[…]