Acs, svolta prima lezione del corso di formazione per dipendenti

Si è tenuta questa mattina, presso la sede di Corso Europa ad Avellino, la prima Lezione del Corso di Formazione, organizzato da Alto Calore Servizi, su iniziativa del Presidente, Raffaello De Stefano, avente per tema “Le Fonti rinnovabili e l’efficienza energetica”. Il Corso, riservato a 40 dipendenti di ACS, è stato organizzato con la partecipazione di docenti universitari, allo scopo di creare una condivisione ai più alti livelli accademici della conoscenza in materia di Energia, al fine di …

Si è tenuta questa mattina, presso la sede di Corso Europa ad Avellino, la prima Lezione del Corso di Formazione, organizzato da Alto Calore Servizi, su iniziativa del Presidente, Raffaello De Stefano, avente per tema “Le Fonti rinnovabili e l’efficienza energetica”. Il Corso, riservato a 40 dipendenti di ACS, è stato organizzato con la partecipazione di docenti universitari, allo scopo di creare una condivisione ai più alti livelli accademici della conoscenza in materia di Energia, al fine di rendere possibile una progettazione applicata alle soluzioni impiantistiche di Alto Calore Servizi, impiegando, dove possibile, fonti alternative. A tal riguardo ricordiamo che il funzionamento degli impianti di sollevamento e degli acquedotti in Irpinia e Sannio, è reso possibile grazie all’energia elettrica per la quale ACS, fino al precedente bilancio di esercizio ha speso più di 15 milioni di euro. Le attività poste in essere dall’attuale presidenza mirano all’efficientamento del Servizio erogato nell’ottica di una spending review che consenta di ridurre i costi,in particolare quelli energetici.
Il programma del Corso si articolerà su 28 ore di lezione ed un esame finale con la compilazione di questionari di apprendimento e valutazione. Al termine ai partecipanti sarà rilasciato un attestato.
Il Presidente, Raffaello De Stefano, convalescente per l’incidente di inizio anno, ha partecipato in videoconferenza all’inaugurazione del corso tenuta dal professor Villacci dell’Università degli Studi del Sannio, annunciando che in ossequio al Piano strategico dell’Alto Calore Servizi, nel corso del 2015 saranno sperimentate le iniziative previste per le fonti energetiche alternative (in particolare sull’idroelettrico, il fotovoltaico e l’energia geotermica), che attraverso formule moderne ed innovative possono rappresentare la nuova frontiera di crescita per le zone interne della Campania.

Ultimi Articoli

Attualità

A Summonte melodia antistress grazie a tiglio secolare

7 Dicembre 2021 0

Ha più di 240 anni ed è censito nello speciale elenco degli alberi monumentali d’Italia. Oltre a rappresentare da sempre uno straordinario valore estetico e paesaggistico. Ma ora diventa anche strumento “terapeutico”. Si tratta del […]

Attualità

Covid in Irpinia: 50 positivi. 17 ad Avellino

7 Dicembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 917 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 50 persone: – 1, residente nel comune di Aiello del Sabato; – 2, residenti nel comune di Avella; – 17, residenti nel […]

Cervinara

Evade più volte dai domiciliari, 50enne condotto in carcere

7 Dicembre 2021 0

Ristretto ai domiciliari per evasione, aveva più volte posto in essere comportamenti incompatibili con la prosecuzione della misura alternativa a cui era sottoposto. La puntuale refertazione di quanto rilevato dai Carabinieri della Stazione di Cervinara […]

Calcio Avellino

Avellino Bari : i lupi evitano nel finale la sconfitta

6 Dicembre 2021 0

Finisce in parità il monday night della diciassettesima giornata di serie C tra Avellino e Bari 1-1. In vantaggio la capolista con Antenucci al 33′ su rigore , pareggio al 83′ di Kanoutè per i lupi. IL TABELLINOMarcatori: rig. Antenucci 33′, Kanouté […]