2010: fuga da Avellino. I giovani scontenti del loro territorio

2010: fuga da Avellino. I giovani scontenti del loro territorio

Come il titolo del celebre film “2029 fuga da New York” anche i giovani avellinesi cercano di evadere dalla realtà locale. Tutto ciò lo si evince dai dati pervenuti dal sondaggio effettuato dai ragazzi del movimento RinascitAvellino, lista candidata al forum dei giovani di Avellino. Sabato 3 Aprile,presso il Mouse Cafè,i ragazzi della lista suddetta hanno posto a tutti i giovani residenti nel capoluogo irpino un questionario chiedendo di esprimere le proprie opinioni sulla qualità della vita e sulle opportunità sia lavorative che ricreative che la nostra città offre. Su un totale di 115 questionari ai quali hanno risposto ragazzi e ragazze dell’ètà compresa tra i 16 ed i 32 anni,è emerso la che la stragrande maggioranza sono scontenti di ciò che Avellino offre. Dalle valutazioni emerse i giovani sono infelici per ciò che riguarda la pulizia delle strade.gli impianti sportivi,il verde pubblico,il servizio scolastico ed i trasporti pubblici,dando a questi un voto in media tra il 4 e il 5 e chiedendo piu’ aree ludiche per bambini,più strutture sportive e il potenziamento dei trasporti pubblici. Va peggio se confrontiamo i dati per quanto riguarda le aree ricreative e gli eventi presenti ad Avellino(musicali,culturali,ed altro);qui la media oscilla tra il 2 e il 3 di gradimento. Si salvano solo la presenza di esercizi commerciali(tra il 6 e 7) e la tranquillità di zona che prende addirittura 8. “I giovani chiedono di rivalutare zone come il Mercatone, l’ex G.I.L.,il parco della Pace,P.zza Macello e la villa comunale.Inoltre in molti hanno chiesto un attenzione in più alle zone periferiche troppo spesso abbandonate come Quattrograne,Rione Parco e San Tommaso,aggiungendo la richiesta di un maggior controllo da parte delle forze dell’ordine” spiega Paolo Paradiso,candidato presidente della lista RinascitAvellino. “La cosa più triste da leggere è che il 90% dei ragazzi pensa di non costruire il proprio futuro ad Avellino per la mancanza di opportunità lavorative ,questo è un dato importante e va analizzato ma soprattutto va affrontato in modo serio dalle istituzioni,in tal caso siamo pronti a consegnare i questionari all’amministrazione comunale e provinciale affinché si inizi un percorso che porti a trovare delle soluzioni urgenti” conclude Paolo Paradiso. Cosa chiedono i giovani? Oltre a opportunità di lavoro che possono derivare dallo sviluppo di un nuovo indotto economico, i ragazzi vorrebbero più aree ricreative,locali,circoli culturali dove si possono svolgere manifestazioni musicali,culturali e cineforum. Chiedono piu’ strutture sportive e che la città li coinvolga nell’organizzare eventi per giovani. Per questi punti i ragazzi di RinascitAvellino si impegneranno una volta che il Forum dei giovani sarà attivo.

Ultimi Articoli

Top News

Fonseca “Col Milan vogliamo fare una grande partita”

27 Febbraio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Quello che io ho visto in campo è una grande voglia di fare una buona partita, solo questo”. Paulo Fonseca liquida così le speculazioni sul tabù da big match per una Roma che domenica sera contro il Milan cercherà la prima vittoria in uno scontro diretto in questa stagione. Dopo il 3-3 […]

[…]

Top News

La Sardegna entra in zona bianca, prima regione in Italia

27 Febbraio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, ha firmato nuove ordinanze che andranno in vigore a partire da lunedì 1 marzo. Passano in area arancione le regioni Lombardia, Marche e Piemonte e in area rossa le Regioni Basilicata e Molise. La Sardegna […]

[…]

Top News

A Limbiate l’ultimo saluto ad Attanasio “Sarai giovane per sempre”

27 Febbraio 2021 0
LIMBIATE (MONZA) (ITALPRESS) – Ultimo saluto di Limbiate, cuore della Brianza, a Luca Attanasio, l’ambasciatore italiano ucciso in un agguato in Congo assieme al carabiniere Vittorio Iacovacci. Il paese di nascita del diplomatico, al quale è stato sempre legato nonostante i suoi impegni in giro per il mondo, si è stretto attorno al feretro avvolto […]

[…]