Arriva il primo sciopero degli immigrati in Irpinia: Non ci pagano i pocket money

Primo sciopero degli immigrati in provincia di Avellino.

La protesta parte da Venticano dove, nella tarda mattinata, alcuni extracomunitari hanno inscenato una protesta pacifica sul piazzale antistante il centro di accoglienza che li ospita.

Gli extracomunicati hanno collocato alcuni cassonetti innanzi al bar della struttura e sulla rampa di accesso al piazzale stesso.

Sul posto sono tempestivamente intervenuti i Carabinieri della locale Stazione nonché alcune pattuglie della Compagnia di Mirabella Eclano Ben cinque automezzi dell’Arma dei Carabinieri hanno presidiato la zona.

Gli stranieri hanno spiegato le motivazioni delle loro doglianze. “Non ci pagano i pocket money relativi agli ultimi tre mesi”.

Il vitto e alloggio, però, è garantito. Quel che manca, invece, è il pagamento della quota giornaliera per la loro permanenza sul territorio italiano.

Non si sono registrati disordini, nel corso della manifestazione, che ha tenuto impegnate le forze dell’ordine per un paio di ore.

 

Ultimi Articoli

Top News

Salvini “Il reddito di cittadinanza vada solo a chi non può lavorare”

23 Settembre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Sul reddito di cittadinanza la posizione della Lega è chiara, va confermato a chi non può lavorare e queste persone vanno aiutate perchè nessuno può essere dimenticato. Il problema è che ci sono migliaia di persone che incassano fino a 1.000 euro al mese che non vogliono lavorare e rifiutano i lavori […]

[…]

Top News

Dal Consiglio dei Ministri via libera al decreto contro il caro bollette

23 Settembre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge per il contenimento degli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico e del gas nel quarto trimestre 2021.Le nuove misure intervengono a vantaggio degli oltre 3 milioni di persone che beneficiano del “bonus energia”: nuclei che hanno un Isee inferiore a 8265 […]

[…]