Ariano Irpino scippato: una manina lo cancella dagli aiuti per la zona rossa

Una manina cancella Ariano Irpino dai benefici previsti per i comuni dichiarati “zona rossa”.

C’è qualcosa di increbile in questa vicenda che molti stentano a credere, illudendosi che possa trattarsi di una fake news.

Ci sono atti ufficiali, però, a fornire spiegazioni veritiere attraverso poche parole pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale del 20 maggio 2020.

E’ la Gazzetta Ufficiale di ieri: possibile che i parlamentari irpini non sapessero tutto questo mentre, con roboanti dichiarazioni, si facevano vanto per l’aiuto economico ottenuto per il comune di Ariano Irpino?

Poche frasi per cancellare quanto inserito, in extremis, nel decreto legge «Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonche’ di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19»

Il governo Conte incassa la fiducia e cancella Ariano Irpino dagli aiuti. Magari qualcuno, alla luce di questa decisione che penalizza il comune irpino, avrebbe potuto votare diversamente, nel segreto dell’urna…

Colpo di spugna

La Gazzetta Ufficiale n. 129 del 20 maggio 2020 ha pubblicato il seguente AVVISO DI RETTIFICA

Si viene così a sapere che, nel decreto-legge pubblicato il 19 maggio 2020

– alla pagina 111, all’articolo 112: nella rubrica le parole: «e comuni dichiarati zona rossa» sono soppresse;

al comma 1, primo periodo, le parole: «nonche’ i comuni dichiarati zona rossa, sulla base di provvedimenti statali o regionali, entro il 3 maggio 2020 per almeno trenta giorni consecutivi, ….» sono soppresse.

LEGGI PURE – Ariano, politici impallinati mentre fanno passerella

3

Una beffa per gli arianesi, un duro colpo per i politici che avevano fatto a gara per dare l’annuncio alla cittadinanza attribuendosi il merito per quanto inserito nell’articolo 112 del decreto, poi candellato a distanza di 24 ore.

Guerra tra poveri

Era già iniziata la guerra tra poveri, con il sindaco Bossone che rivendicava gli stessi aiuti per Lauro, il suo comune che non risultava ricompreso – per una questione di giorni – nelle disposizioni di cui al decreto legge, mentre Pd e Cinque Stelle rivendicavano l’inclusione di Ariano Irpino in tale fondo.

Attendiamo ora eventuali nuovi commenti e chiarimenti, dopo i toni trionfalistici apparsi sui quotidiani di questa mattina.

Magari ci sarà una soluzione diversa per ottenere quei benefici cancellati con un rapido avviso di “errata corrige”.

Ultimi Articoli