Altro che bus, dallo stabilimento Valle Ufita ora escono i primi 30 lavoratori

Un’altra presa in giro, una nuova storia come mille altre sono state vissute in Irpinia sulla pelle dei lavoratori attraverso lacosiddetta “operazione stancheggio”.

In cosa consiste?

In una serie di incontri, con tanto di promesse solenni, documenti scritti, protocolli d’intesa, ragionamenti di alto livello, quindi il rinvio alla successiva riunione.

Al nuovo incontro si presentano documenti e studi di fattibilità, si raccolgono manifestazioni di interesse, ci si fa vanto di avere trovato la soluzione giusta.

Intanto si incassano le dichiarazioni di solidarietà di politici: quelle non mancano mai ma le chiacchiere sono tante e i fatti restano a zero.

Tra una riunione e l’altra trascorrono i mesi, qualche lavoratore trova una sistemazione da qualche parte e molla, molti altri restano ad attendere.

Poi arrivano le lettere, dapprima la cassa integrazione, poi qualche proposta, quindi il licenziamento.

In tutto questo i sindacati stanno a guardare, fanno da spettatori.

Vero, i rappresentanti sindacali alzano la voce (quando capita) ma poi abbassano la testa e accettano, a nome dei lavoratori, perchè in fin dei conti sono gli stipendi dei loro rappresentati a saltare, non quelli dei sindacalisti.

La storia della Industria Italiana Autobus è questa.

Secondo i protocolli di intesa, in questi giorni dovevano essere consegnati 26 autobus destinata all’azienda di trasporti urbani di Genova.. Dicono che i mezzi siano ancora in produzione e a giorni comincia il periodo di ferie (si, pure le ferie nonostante la crisi profonda) e i nuovi bus resteranno in fase di completamento.

Anziche i 26 bus, però, dalla fabbrica escono 30 dipendenti, esattamente 24 saldatori e 6 allestitori che fruiranno della cassa integrazione.

E i sindacati?

Qualche rappresentante urla, alza la voce dinanzi agli operai maniente di più.

L’operazione stancheggio va avanti e presto andranno a farsi fottere promesse solenni, documenti scritti, protocolli d’intesa, ragionamenti di alto livello, studi di fattibilità, manifestazioni di interesse e pure le dichiarazioni di solidarietà di politici nostrani.

 

Ultimi Articoli

Top News

Vertice di centrodestra “Avanti uniti, no al proporzionale”

20 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Incontro cordiale tra Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini a Villa Grande a Roma”. E’ quanto si legge in una nota congiunta del centrodestra, che prosegue: “In un clima di massima collaborazione, dopo un attento esame dei risultati elettorali e delle cause che li hanno determinati, i leader del centrodestra hanno […]

[…]

Top News

Ghali torna con il nuovo brano “Wallah”

20 Ottobre 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Wallah, il nuovo brano in uscita il 29 ottobre, segna il ritorno di Ghali a quasi due anni dal successo di DNA. “Sento il bisogno dopo due anni come questi di tornare a fare ballare la gente – afferma Ghali – La musica, il ballo sono cose che servono alle persone per […]

[…]

Top News

Accordo WindTre-Consumatori, Hedberg “Miglioriamo qualità della vita”

20 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – WindTre ha firmato stamani a Roma un protocollo di cooperazione annuale con le associazioni dei Consumatori, per promuovere una serie di iniziative che favoriscano il comune obiettivo di un uso consapevole delle tecnologie digitali, fondamentali per lo sviluppo del Paese. “Ho avuto l’opportunità di lavorare in quattro continenti e una cosa che […]

[…]

Top News

Sondaggi, Euroweek News taglia il traguardo del numero 300

20 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Come ormai da tradizione, anche per il traguardo del trecentesimo numero, EuroWeek News ripercorre gli eventi e i fatti che hanno caratterizzato questi ultimi 2 anni di storia politica e sociale italiana attraverso le pubblicazioni dei sondaggi e delle rilevazioni. “Due anni importanti sia dal punto di vista politico che sociale – […]

[…]