Alto Calore, pessima gestione dell’utenza: la denuncia dell’Unione Consumatori

Alla vigilia dell’assemblea dei soci dell’Alto Calore, durante la quale sarà magnificati il lavoro, l’efficienza e la produttività dell’attuale managment dell’azienda di distribuzione dell’acqua in provincia di Avellino, arriva la denuncia dell’Unione Nazionale Consumatori sezione di Avellino.

Con una nota chiara e concreta, viene denunciato il pessimo rapporto dell’azienza con la propria utenza, quella da cui ottiene i soldi necessari per fare quadrare i bilanci.

Una nota che non ha bisogno di commento.

L’Azienda Alto Calore, nelle scorse settimane, ha annunciato una ripresa economica, un elemento che sarà oggetto dell’assemblea dei Sindaci soci, in programma per Mercoledì 27 maggio.

Nonostante gli annunci, registriamo le lamentele degli Utenti costretti, in questi giorni, a file interminabili per poter raggiungere lo Sportello delle Utenze ed avere chiarimenti sulle bollette, e, talvolta, contestare la richiesta di pagamenti arretrati, nonostante la prescrizione, che dallo scorso Gennaio è biennale, e soprattutto per le letture stimate che vengono calcolate in assenza delle letture che il gestore è tenuto a fare secondo il regolamento del Servizio idrico nazionale.

C’è bisogno di implementare i Servizi a supporto degli Utenti e di maggiore trasparenza e visibilità nelle scelte adottate: l’Alto Calore Servizi sembra essere, per chi amministra, pubblico o privato, a seconda delle circostanze e della convenienza.

Ricordiamo, pertanto, che la priorità di una buona e sana gestione è quella di mettere al centro di ogni azione, condotta con visibilità e trasparenza, la figura dell’utente: il vero destinatario del lavoro di chi amministra ed opera in ACS.

Ad oggi, alla vigilia della discussione in assemblea del Bilancio, non sentiamo voci di iniziative di rilancio del settore, né di azioni poste a tutela dei cittadini utenti, fruitori del Servizio.

Comunicazione zero

A tutto questo aggiungiamo una pessima comunicazione allesterno da parte dellAzienda Alto calore, con un sito internet praticamente abbandonato a se stesso.

Provate a fare una ricerca: impossibile accedere a contratti, alla trasparenza, ai concorsi, ai curriculum dei dirigenti ed altro.

Tutta roba vecchia di anni, dai dati al codice etico, con i comunicati stampa più recenti che risalgono a due anni fa e le lacunose informazioni per l” utenza, perciò costretta a recarsi direttamente presso gli sportelli di Corso Europa, ad Avellino, per risolvere situazioni che potrebbero essere affrontate on line.

Ultimi Articoli

Attualità

Pratola Serra, il Tar conferma lo scioglimento del comune

5 Gennaio 2022 0

Il provvedimento di scioglimento per forme d’ingerenza della criminalità organizzata del Comune di Pratola Serra, centro di meno di 4 mila abitanti alle porte di Avellino indicato come la città dei motori, “deve ritenersi pienamente […]

Attualità

Tamponi positivi, niente panico

5 Gennaio 2022 0

Il presidente dell’ordine dei medici della provincia di Avellino Franco Sellitto fa chiarezza sui dati relativi all’indice di positività dei tamponi analizzati sul territorio. Il responsabile della protezione civile regionale Italo Giulivo nel corso dell’intervista […]

Attualità

Covid in Irpinia: altri 591 positivi

4 Gennaio 2022 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 2.732 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 591 persone: – 8, residente nel comune di Aiello del Sabato; – 9, residenti nel comune di Altavilla Irpina; – 32, residenti […]