Ad Atripalda con l’autovelox hanno risanato il bilancio comunale: che affare!

Centinaia di ricorsi da parte di automobilisti che contestano la multa?

E chissenefrega!

(LEGGI QUI)

Al Comune di Atripalda fanno i conti e si accorgono che l’autovelox situato sulla variante SS7bis, è stato un vero affare.

Hanno trovato finalmente il modo per risanare i conti e risolvere i tantissimi problemi che assillavano l’ente.

Gli introiti, peraltro, arrivano prevalentemente da “forestieri”, da parte di gente che nemmeno conosceva Atripalda prima che giungesse la busta di colre verde con l’atto giudiziario.

Non sono stati penalizzati i concittadini, insomma, nemmeno molti automobilisti irpini che ormai conoscono perfettamente la posizione in cui si trova l’apparecchio che fa fare cassa al Comune.

Peraltro, attraverso i tantissimi articoli apparsi sugli organi di informazione, tutti sono a conoscenza di quella macchina che serve a fare soldi.

Ecco un pò di numeri, a dimostrazione del grande affare autovelox.

In sei mesi sono state elevate 18.625 multe per un incasso che supera il milione di euro, perfettamente in linea con la previsione annuale di 2 milioni e 600mila euro inserita nel bilancio preventivo.

Poichè l’apparecchio non funziona tutti i giorni, facendo il calcolo delle giornate in cui è stato utilizzato, considerando giorno e notte, emerge che sono stati “pizzicati” 31 automobilisti in ogni ora, ovvero ogni due minuti è stato contravvenzionato un guidatore che ha superato il limite dei 70 kmh stabilito nel punto ove è collocato uno dei due autovelox in dotazione al Comune di Atripalda.

Apparecchi che hanno un costo mensile di 8.000 euro ma sono soldi spesi bene.

Peraltro il secondo autovelox, quello che era stato tenuto finora in deposito, è stato messo un funzione per sostituire il “gemello” mandato a revisione perchè c’era qualcosa che non andava alla perfezione.

Una revisione, insomma.

A proposito, occorrerà poi verificare sui verbali quale dei due autovelox è indicato come numero identificativo. Potrebbero arrivare altri ricorsi e altre spese di giudizio.

Ma al Comune di Atripalda non si guarda a questi pochi spiccioli da pagare ad avvocati perchè gli affari stanno andando veramente bene e pure tutta questa pubblicità è incoraggiante per fare parlare di un Comune che molti automobilisti ricorderanno a lungo, dopo avere pagari dai 168 ai 470 euro.

Saluti da Atripalda, è la cartolina in arrivo…

 

Ultimi Articoli

Top News

Afghanistan, decine di morti a Kabul in attentati dell’Isis

26 Agosto 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – L’orrore tra i disperati di Kabul. La morte che divora e inghiotte la vita di afghani che speravano di imbarcarsi su un aereo sognando la libertà. Due esplosioni quasi contemporanee, la prima a ridosso dell’aeroporto, la seconda nei pressi di un hotel in cui da qualche giorno si raggruppano i cittadini che […]

[…]

Top News

Durigon si dimette, “Mai fascista, commesso errori e mi scuso”

26 Agosto 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Un processo di comunicazione si valuta non in base alle intenzioni di chi comunica, ma al risultato ottenuto su chi riceve il messaggio: è chiaro che, nella mia proposta toponomastica sul parco comunale di Latina, pur in assoluta buona fede, ho commesso degli errori. Di questo mi dispiaccio e, pronto a pagarne […]

[…]

Top News

Tpl, Regioni rivedranno piani gestione e servizi entro 2 settembre

26 Agosto 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Per definire i diversi aspetti necessari per organizzare al meglio il servizio di trasporto pubblico locale in vista della riapertura delle scuole e della ripresa delle attività, i ministri Mariastella Gelmini (Affari Regionali) ed Enrico Giovannini (Infrastrutture e Mobilità Sostenibili) hanno incontrato i presidenti delle Regioni e delle Province autonome. Nell’incontro sono […]

[…]

Top News

Incendi, da Consiglio dei ministri ok a stato emergenza per 4 regioni

26 Agosto 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il Consiglio dei ministri ha dichiarato lo stato di emergenza per Sicilia, Sardegna, Calabria e Molise regioni maggiormente colpite dagli incendi. Lo ha annunciato, su Facebook, il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini. “L’estate ha visto molti territori colpiti da incendi, prevalentemente dolosi. E allora il primo provvedimento […]

[…]